Le funzionalità online di Nintendo Switch hanno risolto un caso di omicidio

Non proprio una bella notizia per il mondo Nintendo, ma almeno sappiamo che per merito di Switch un grave caso di omicidio è stato risolto.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Switch sulla scena del crimine

In America, Matt Wiser, professore dell’università dell’Alabama meridionale, è stato ucciso nella sua casa il 22 novembre. Quello stesso giorno, il suo Nintendo Switch è stato rubato.

La polizia, per rintracciare il sospettato di omicidio, ha consultato le attività online della piccola ibrida, arrivando all’imputato Tiquez Timmons. Timmons ha poi portato ad una seconda pista, la quale ha trovato come secondo imputato Derric Scott, il vero assassino di Wiser. Timmons era alla guida dell’auto, mentre Scott avrebbe dovuto rubare in casa del professore.

La cauzione per Timmons e Scott sarà di 150.000 dollari e, se pagata, i due dovranno indossare dispositivi elettronici di sorveglianza. Potranno inoltre lasciare casa solo per la scuola, il lavoro e la chiesa.

Non proprio una bella notizia per il mondo Nintendo, ma almeno sappiamo che per merito di Switch un grave caso di omicidio è stato risolto.

Potrebbero interessarti

No more posts to show