USA e Cina annullano le tasse che avrebbero fatto crescere il prezzo di Nintendo Switch

Nintendo Switch
USA e Cina stringono un accordo per evitare la tassazione fino al 25% dei beni prodotti in Cina.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Niente più dazi

Buone notizie per gli americani: i governi della Cina e degli USA hanno fatto un passo indietro sulle tasse che stavano per applicare.

All’inizio di quest’anno Donald Trump aveva presentato una proposta di legge atta a tassare fino al 25% i beni prodotti in Cina. Se questo piano fosse andato avanti, entro la fine del 2019 sarebbe aumentato il prezzo di vendita di Nintendo Switch e delle altre console.

Ora però entrambi i governi hanno stretto un accordo per evitare questi dazi e una conseguente guerra commerciale.

I giocatori americani potranno tirare un sospiro di sollievo, ma secondo voi anche il nostro mercato avrebbe risentito di questa tassazione?

Potrebbero interessarti

No more posts to show