Mortal Kombat 11 è il primo gioco di terze parti a sfruttare al massimo la GPU di Nintendo Switch in modalità portatile

Mortal Kombat sta finalmente per arrivare su Nintendo Switch, ma alcuni utenti di Resetera hanno scoperto un dettaglio davvero interessante.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Una scoperta interessante riguardante il prossimo Mortal Kombat 11

Ormai ci siamo. Il sanguinoso picchiaduro pubblicato da Warner Bros sta per arrivare anche sulla console Nintendo, e noi non vediamo l’ora di metterci le mani sopra. Ma ci sono alcuni dettagli che, sino ad oggi, nessuno di noi sapeva. Tra questi, il più interessante riguarda la potenza hardware richiesta dal titolo per girare in modalità portatile.
Mortal Kombat 11 è infatti il primo titolo di terze parti ad utilizzare un clock della GPU più alto rispetto a quello previsto normalmente. Si parla infatti di 460Mhz, massimo raggiunto prima d’ora solamente da The Legend of Zelda Breath of the Wild e Super Mario Odyssey, entrambi di Nintendo. Il limite, generalmente, è fissato attorno ai 384Mhz e trannei due giochi citati prima nessuno mai aveva dovuto sfruttare un clock superiore.
Ovviamente, più potenza viene utilizzata e più velocemente la batteria si scarica. Ma ciò si traduce anche in prestazioni migliori e grafica più pulita, e pare che la conversione prometta bene in entrambi i casi. Siete curiosi di provare il gioco su Nintendo Switch?

Potrebbero interessarti

No more posts to show