Senran Kagura Estival Versus

News

Senran Kagura, il creatore Kenichiro Takaki ha deciso di lasciare Marvelous

Scritto da

Pubblicato il
28 Marzo 2019

Quale sarà ora il futuro della serie?

L’ultimo numero di Famitsu ha svelato qualcosa che ha lasciato di sasso molti fan di Senran Kagura. Kenichiro Takaki, storico creatore della serie di titoli “piccanti”, ha infatti deciso di lasciare Marvelous. Nell’intervista rilasciata alla rivista giapponese, Takaki spiega le ragioni della sua scelta.

La decisione di andarsene è arrivata in seguito al cambio delle politiche dell’azienda sui contenuti di natura sessuale, ora soggetti a notevoli restrizioni anche a causa delle nuove stringenti politiche di censura adottate in Giappone.

Per questa ragione Takaki è stato costretto a ridurre la propria creatività ed è come se qualcosa dentro di lui si fosse “spezzato”. Il suo lavoro è stato certamente criticato, ma il creativo ha voluto sottolineare come molti invece lo apprezzassero.

Takaki ha spiegato che in realtà lui accetterebbe di buon grado restrizioni e regolamentazioni che proteggono generi e propositi specifici, ma ritiene che questo trend di recente abbia avuto un effetto piuttosto “agghiacciante” sul mercato, creando anche un rallentamento nello sviluppo dei titoli di quel genere.

La varietà supporta certamente l’industria dei giochi, ma se viene minata allora forse è bene esplorare nuove strade, a detta di Takaki, che ha dunque deciso di intrapendere un percorso nuovo, ma senza recidere i legami.

Nonostante ciò infatti il creativo continuerà a collaborare con Marvelous per concludere lo sviluppo di SENRAN KAGURA 7EVEN e gli altri titoli in produzione,  modificando le parti più “Hot” per adeguarle al nuovo regolamento. Continuerà a mantenere il ruolo di “oppai producer”, ma i lavori verranno conclusi dal resto dello staff.

Fra gli altri progetti da concludere troviamo una serie animata ed un gioco, con protagoniste delle belle ragazze… vestite. Il gioco sarà piccante, ma ovviamente dovrà sottostare ai nuovi dettami della censura.

In aggiunta a questi progetti Takaki ha iniziato a lavorare per Cyagames, ed ha intenzione anche di realizzare dei giochi fantasy classici come quelli per cui “andava matto da bambino”. Come conclusione dell’intervista il creativo ha detto qualcosa che sostanzialmente riassume le sue idee:

“Nonostante il mio posto di lavoro o la natura dei miei titoli possa cambiare, ciò che mostrerò non cambierà mai e non voglio neanche che ciò accada. In fondo al cuore sono pur sempre un fan dei videogiochi; faccio battute sporche e commenti irresponsabili (ride), ma continuerò a lavorare duramente per creare giochi.”

Certamente le numerose restrizioni a livello mondiale, emerse anche in seguito al caso dei giochi censurati su PlayStation ma non su Switch, ha contribuito a creare un clima difficile per questo genere di videogiochi. Che cosa ne pensate di queste censure?

Intanto non possiamo far altro che fare degli auguri a Takaki per la nuova carriera lavorativa.

Fonte: Ryokutya,
839 PHP files were required to generate this page.