Nintendo vuole limitare le microtransazioni nei giochi mobile

nintendo logo
Un articolo del Wall Street Journal rivela che Nintendo non è interessata al meccanismo delle microtransazioni nei giochi per Smartphone.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Una scelta da rispettare

Stando a quanto riportato da un articolo del Wall Street Journal, Nintendo avrebbe chiesto ad alcuni sviluppatori di limitare, per quanto possibile, le microtransazioni nei loro giochi mobile.
Anche se alcuni di questi titoli per smartphone possono spingere i giocatori a spendere centinaia di dollari in oggetti virtuali, pare che Nintendo abbia esplicitamente chiesto alle due aziende coinvolte (DeNA e Cygames) di non eccedere nell’inserire mezzi di monetizzazione, al fine di scoraggiare i giocatori a spendere soldi.
Un rappresentante di Cygames, inoltre, avrebbe affermato anche quanto segue:

Nintendo non è interessata a ricavare grandi entrate da un singolo gioco per smartphone… Se gestissimo (Dragalia Lost) da soli, faremmo molto di più.

Una scelta coraggiosa da parte di Nintendo in un mercato che, attualmente, vede molti sviluppatori sfruttare questo dannoso meccanismo.

Potrebbero interessarti

No more posts to show