Ark Survival Evolved su Nintendo Switch, ecco l’analisi di Digital Foundry

ARK: Survival Evolved
Secondo il noto portale il titolo è talmente sfocato e con una risoluzionte così bassa da non permettere di capire quali tecniche siano state utilizzate.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Arriva la preistoria su Nintendo Switch

L’ultimo lavoro di Digital Foundry si è basato sulla versione Nintendo Switch di Ark: Survival Evolved. E, a quando pare, i dinosauri sull’ibrida giapponese non avranno modo di divertire a lungo i giocatori. Secondo il noto portale, infatti, il titolo è talmente sfocato e presenta una risoluzionte così bassa da non permettere di capire quali tecniche siano state utilizzate.

In docked il gioco raggiunge una risoluzione che si aggira intorno ai 360p e 432p ma, messo in pausa, l’intero schermo mostra pixel enormi e una risoluzione di 304×170. Secondo Digital Foundy si tratta di uno dei lavori più grezzi visti su una console di attuale generazione. Il titolo è giocabile a patto di accettare tutti i compromessi di questo port.

[amazon_link asins=’B078GHSSFD,B079NC8KXT,B079NCC8KT’ template=’ProductCarousel’ store=’nint0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’cc66a44f-ffa7-11e8-bac8-9b8bddf23826′]

Potrebbero interessarti

No more posts to show