Starlink: Battle for Atlas, Fox McCloud nel gioco già prima dell’accordo con Nintendo

Matthew Rose, producer di Starlink: Battle for Atlas, ha raccontato alcuni retroscena sullo sviluppo del gioco e l'inserimento di Fox McCloud.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La determinazione di Ubisoft e un sogno che si avvera

Starlink: Battle for Atlas ha segnato su Nintendo Switch il grande ritorno di Fox McCloud, nonostante effettivamente il gioco non sia un nuovo Star Fox. Il titolo Ubisoft, presente anche su PlayStation 4 e Xbox One, solo sulla console ibrida ha il pilota spaziale di Nintendo come ospite speciale, cosa che ha attirato l’attenzione di tutti i fan della serie.

Il tutto è nato ovviamente da una collaborazione tra Nintendo e Ubisoft, cosa già successa con Mario+Rabbids: Kingdom Battle, e di questo ha parlato Matthew Rose, producer del gioco. Ecco alcune sue parole rilasciate in una recente intervista.

Si parla inizialmente della convinzione di Ubisoft di inserire Fox McCloud nel gioco, ancor prima di siglare l’accordo con Nintendo:

Pensavamo “forse, forse saranno interessati. Forse questo è qualcosa che possiamo fare”. E così abbiamo iniziato subito, perché così come lo eravamo noi, anche in Nintendo erano molto entusiasti all’idea, anche se non ci avevano ancora confermato e dato il permesso. E così abbiamo iniziato a lavorare. Abbiamo iniziato a disegnare concetti, abbiamo realizzato un Arwing stampato in 3D che conteneva connettori e giocattoli adeguati in modo da poterlo smontare e tutto.

Matthew Rose ha poi parlato dell’ottimo rapporto tra Ubisoft e Nintendo:

Penso che si svilupperà sempre di più. Queste collaborazioni e fusioni di team, brand e grandi menti sono possibili solo quando c’è tanta fiducia di lunga durata, e la relazione tra Ubisoft e Nintendo è sempre stata ottima. Noi abbiamo sempre sostenuto le sue console, dal Super Nintendo fino a tutte le altre piattaforme. Per questo dobbiamo anche ringraziare Yves Guillemot: crea queste relazioni a lungo termine con cui costruisce la fiducia grazie alla quale realizziamo progetti unici.

Per noi lavorare con Nintendo è un sogno che si avvera. Abbiamo sognato la possibilità di fare qualcosa di simile, e quando l’opportunità si è presentata abbiamo versato tutto ciò che avevamo nel tentativo di renderlo realtà.

I ragazzi del team Ubisoft Toronto hanno quindi coronato un sogno, anche grazie alla loro caparbietà nel cominciare a realizzare qualcosa su Star Fox in Starlink: Battle for Atlas ancor prima di avere i reali permessi da Nintendo.

Potrebbero interessarti

No more posts to show