Masahiro Sakurai: ”Ho giocato titoli che non mi piacevano solo per imparare”

Masahiro Sakurai Satoru Iwata
Masahiro Sakurai si è espresso a proposito del mestiere del game designer e di come questa professione lo abbia coinvolto appieno sin da subito.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Tutto pur di migliorarsi

In una recente intervista pubblicata su The Guardian, Masahiro Sakurai si è espresso a proposito del mestiere del game designer e di come questa professione lo abbia coinvolto appieno sin da subito.

Ecco le sue parole:

Ho fatto di tutto per giocare titoli che non mi piacevano o che non trovavo interessanti. Questo mi ha reso molto più informato. A casa ho letteralmente migliaia di giochi, e penso ad ognuno come ad una perla di saggezza dei miei predecessori.

Il game development è molto difficile. Nessuno vorrebbe creare un gioco che non è divertente. Sono le sfide e le difficoltà durante lo sviluppo che determinano la riuscita di un gioco. Penso che giocare migliaia di titoli sia l’unica e migliore via per imparare dai miei predecessori.

Parole davvero interessanti, non credete?

Potrebbero interessarti

No more posts to show