Il CEO di The Pokémon Company parla di Nintendo Switch e dell’arrivo dei Pokémon sulla console

Il CEO e presidente di The Pokémon Company, Tsunekazu Ishihara, non è sempre stato un sostenitore di Switch ma ora si è ricreduto.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Ishihara era convinto che Nintendo Switch non avrebbe venduto

Il CEO e presidente di The Pokémon Company, Tsunekazu Ishihara, non è sempre stato un sostenitore di Switch. Prima della commercializzazione della console disse addirittura a Nintendo che non avrebbero venduto molto. Sentiva che “nell’era dello smartphone nessuno si sarebbe portato dietro una console”.

Switch è finito per diventare un vero e proprio successo dopo aver venduto quasi 20 milioni di unità a partire dall’ultimo anno fiscale di Nintendo. Ishihara ha quindi capito che “la chiave per un gioco di successo è piuttosto semplice: un software con qualità assoluta che porta a vendite hardware”.

In una recente intervista con Famitsu, Ishihara ha parlato delle prestazioni di Switch. Quando gli è stato chiesto come si sente riguardo allo stato attuale della piattaforma, Ishihara ha risposto così:

Non so se questo potrebbe avere la capacità di persuadere le persone che hanno detto, un anno fa, che  Nintendo Switch non avrebbe venduto [risate], ma fino a quel momento una macchina che integrava entrambe le funzionalità da tablet e da console di casa era inaudita quindi, per essere onesti, era difficile sapere come avrebbe venduto. Tuttavia, il travolgente divertimento di The Legend of Zelda: Breath of the Wild lo ha reso popolare. Penso che abbia avuto un grande impatto.

Ishihara ha parlato ulteriormente di come alcuni titoli chiave abbiano dato una spinta:

Mario Kart 8 Deluxe e Super Mario Odyssey e altri titoli hanno avuto un ottimo tempismo e stanno aiutando le vendite su larga scala. Inoltre, ci sono giochi come Nintendo Labo che includono elementi che normalmente non si vedono nei giochi, quindi è l’ambiente ideale. Penso che questa sia una grande opportunità per noi per introdurre nuovi giochi e portare nuove esperienze che conquisteranno ancora più fan.

Infine, Famitsu ha sottolineato come i giochi Pokemon tendono a comparire quando l’hardware ha già una certa popolarità. Quando gli è stato chiesto se fosse giunto il momento per l’arrivo dei Pokémon, Ishihara ha detto:

Esattamente. Tuttavia, il motivo per cui possiamo rilasciare un titolo in questo momento è che avevamo già iniziato lo sviluppo nel momento in cui è stato lanciato Switch. È questo il punto in cui pensieri come “forse l’hardware non venderà?” si sono trasformati più in “il nostro gioco darà alla piattaforma la trazione”. In un certo senso, il nostro secondo titolo questa volta sarà uno dei fattori trainanti della console.

Potrebbero interessarti

No more posts to show