Nintendo: ‘È un bene che Sony e Microsoft non si rivolgano ai più giovani’

Reggie Fils-Aime, nel corso di un'intervista si è ritrovato a parlare del mercato che la Grande N sta inseguendo: quello dei bambini.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Un mercato che dà i suoi frutti nel tempo

Il presidente di Nintendo of America, Reggie Fils-Aime, nel corso di un’intervista si è ritrovato a parlare del mercato che la Grande N sta inseguendo: quello dei bambini. Reggie si è detto particolarmente felice della situazione attuale, che vede Sony e Microsoft non molto concentrate sui più giovani, in quanto questo dà modo alla compagnia di adottare nuovi giocatori a lungo termine.

Ecco le sue parole:

Siamo felici che non lo facciano [concentrarsi sui giovani]. È un mercato molto importante perché i bambini che oggi hanno 5 o 6 anni ne avranno 12 o 13 e non troppo più tardi 18 o 19… E quando hai un’affinità per Pokémon, The Legend of Zelda, Mario Kart o Super Mario porti con te quell’affinità nel tempo.

Siete d’accordo con le parole di Reggie? Puntare sui più giovani è una buona mossa per ampliare il proprio bacino di utenti?

Potrebbero interessarti

No more posts to show