SquidON – il team Splatoon di NintendOn scende in campo

Nasce il primo team Splatoon interno della community di NintendOn.it. Ecco come è andata la nostra prima uscita al torneo ESL.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

It is On. SquidON!

La community di NintendOn è un cuore pulsante dove scorrono tanti appassionati giocatori con la testa sempre rivolta verso Nintendo. E la frangia di utenti che gioca su Splatoon 2 è tale da permettere di trovare spesso compagni con cui condividere una serata all’insegna dell’inchiostro all’interno del server Discord del portale. Tra una partita e l’altra ogni tanto si è sempre parlato di creare un team, una squadra per partecipare a qualche torneo. Sempre detto e mai realizzato. Almeno finora. Da qualche giorno è nato infatti SquidON: il team ufficiale di NintendOn dedicato a Splatoon 2.

Un passo importante, fatto quasi all’improvviso ma con lo slancio propositivo proveniente dai giocatori che hanno deciso di dare corpo a questa nuova piccola avventura: MatteVolto, Zero, Usodabada, NiKo e Kalas (colui che sta redigendo questo articolo). Noi cinque Inkling abbiamo deciso di dare il via a questa esperienza nel panorama competitivo di Splatoon. Il logo del team richiama nettamente il portale, più quel pizzico di richiamo alla competizione. È stato fatto in un’ora, forse è un po’ sgranato, ma tanto poi si aggiusta.

E subito per noi è arrivata la prima sfida: partecipare al torneo Go4Splatoon2 Italy 2018 organizzato da ESL in collaborazione con Nintendo Italia. Con pochissimo allenamento come team, una breve sessione di pianificazione delle tattiche e tante ore pregresse passate a sfidarci online per divertimento, ci siamo messi in gioco in questa competizioni, senza presunzione ma con tanta voglia di imparare cosa vuol dire partecipare ad un torneo competitivo. Domenica scorsa, armi in spalla e inchiostro carico, abbiamo iniziato le danze con la prima serie di tre sfide contro altrettante squadre avversarie.

Il pensiero prima di partire era “quanto riusciremo a fare contro team più attrezzati e affiatati?”. Sarebbe stato irrealistico pensare di vincerle tutte e fare bottino pieno in questo primo appuntamento, ma il team sceso in campo (io sono la riserva d’oro) ha dimostrato di sapere il fatto suo ed ha portato a casa due vittorie e una sconfitta, quest’ultima maturata per altro contro uno dei team che si è dimostrato uno dei più attrezzati del torneo. Un risultato che ha permesso a noi SquidOn di essere quarti nella classifica di giornata e ottavi in quella mensile. Buona la prima, come si direbbe in questi casi.

Ora per gli SquidON si prospettano altre domeniche di intense battaglie fino alla fine del torneo, ma non solo. Ora che l’avvio è stato dato, occorre consolidare la squadra e, perché no, creare un’altra formazione con altri giocatori da affiancare a questa per allenamenti costanti e un maggiore coinvolgimento della community e partecipare anche ad altri tornei. Portare alto il nome di NintendOn sarà un compito difficile per una compagine così giovane come la nostra, ma ognuno dei componenti del team darà il massimo per ottenere i migliori risultati possibili con nella testa un sano desiderio di competizione.

Un pensiero finale per i giocatori che ancora non hanno sperimentato il competitivo. Fatelo. Non bisogna aver paura di provare a confrontarsi con gli avversari. Bisogna credere nelle proprie capacità e affrontare con rispetto e agonismo chiunque. Perché alla fine, anche dopo una sconfitta il bello è divertirsi, incontrarsi e sorridere con i propri compagni e con l’amico-rivale che ci ha splattati pochi minuti prima.

Potrebbero interessarti

No more posts to show