The Legend of Zelda: Breath of the Wild, secondo gli sviluppatori non è ancora il momento di parlare della timeline

Jim Sterling The Legend of Zelda: Breath of the Wild recensione feature
Hideomaro Fujibayashi ed Eiji Aonuma si sono espressi a proposito della collocazione di The Legend of Zelda: Breath of the Wild nella timeline.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

È dall’arrivo (e forse anche da molto prima) di The Legend of Zelda: Breath of the Wild che i fan fremono per sapere dove si colloca l’ultima avventura di Link nella timeline della saga. A tal proposito, nel corso di un’intervista, si sono espressi il game director Hideomaro Fujibayashi e il producer Eiji Aonuma.

Hideomaro Fujibayashi:

Non direi che non siamo interessati alla timeline. È ovvio che sappiamo che è qualcosa di molto importante per le persone e che fanno molte ricerche a riguardo. Ma penso che non siamo ancora arrivati al punto in cui vogliamo parlarne. Penso, come per il cibo pixelato, che sia qualcosa che vogliamo lasciare all’immaginazione della gente.

Eiji Aonuma:

Abbiamo pubblicato un libro con la timeline, ma abbiamo ricevuto commenti dai fan come: “È davvero accurato? Penso che dovrebbe essere così. È diverso”. E la storia è sempre qualcosa di fantasioso. È lasciata alle persone che scrivono libri. Ed è così che l’abbiamo affrontata. Non è necessario che produciamo un gioco e che pensiamo “Oh, ecco dove deve collocarsi nella timeline”. Onestamente ci spaventa l’idea di dire dove esattamente si colloca nella timeline per una specifica ragione. Ma,  il più delle volte, ci piace lasciare le cose all’immaginazione.

 

 

 

Potrebbero interessarti

No more posts to show