RiME, gli sviluppatori stanno lavorando per una corposa patch, nuove informazioni in arrivo a gennaio

Rime logo Switch tequila works prezzo
Il team di sviluppo di RiME ha spiegato che sono al lavoro per cercare una soluzione ai problemi del gioco, con nuove informazioni in arrivo a gennaio.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

RiME è disponibile da qualche mese su Nintendo Switch ma purtroppo la versione della console ibrida del gioco soffre di diverse problematiche, da una risoluzione molto bassa in modalità portatile a rallentamenti evidenti che macchiano pesantemente il gameplay.

Alcuni miglioramenti sono stati applicati con una prima patch, ma il gioco resta ancora molto danneggiato da queste problematiche, per questo Tequila Works è al lavoro per cercare una soluzione definitiva e rendere anche il titolo per Nintendo Switch degno delle altre versioni. A parlare è il community manager dello studio, che spiega i problemi legati alla creazione di una patch:

Il mese scorso abbiamo fatto il punto della situazione ascoltando i feedback dei giocatori di RiME su Switch, che comprendevano problemi a risoluzione e frame rate. Ci siamo impegnati a indagare ulteriormente su questi problemi; volevamo farvi sapere che i nostri team hanno continuato a ricercare soluzioni possibili per alcuni di questi problemi. Per essere chiari, alcuni aspetti del gioco non possono essere migliorati con una patch, ma molti altri sì.

Detto questo, non abbiamo ancora delle tempistiche: al momento vogliamo comunque puntare sull’equilibrio visto che migliorare alcune aree comporta problemi in altre; per questo stiamo ancora indagando per la miglior soluzione possibile. Vi forniremo ulteriori dettagli nel mese di gennaio, vi preghiamo di seguire i nostri vari canali social.

Tequila Works si sta quindi impegnando per migliorare il più possibile RiME su Nintendo Switch; probabilmente avremo un gioco migliore di quanto lo è attualmente, ma purtroppo non dovremo aspettarci stravolgimenti positivi.

Potrebbero interessarti

No more posts to show