Bernd Fakesch, General Manager Nintendo: “Ecco perché le nostre console e giochi sono magici”

Bernd Fakesch, General Manager Nintendo si è espresso a proposito dei meccanismi produttivi che stanno alla base del successo della compagnia.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Dr. Bernd Fakesch, general manager di Nintendo D-A-CH (Germania – Austria – Svizzera), si è recentemente espresso, nel corso di un’intervista rilasciata a Wirtschaftsforum , sul cosa renda tanto magici e divertenti i prodotti Nintendo.

Wirtschaftsforum:

Dr. Fakesch, Nintendo è uno dei pioneri dell’industria console e, dopo diversi alti e bassi, è riuscita a rivoluzionare il mercato con Wii. Adesso, il vostro nuovo prodotto, Nintendo Switch, ha conquistato il mercato. Puoi spiegarci la magia di Nintendo?

Dr. Bernd Fakesch:

Penso sia una combinazione di esperienza e di filosofia d’azienda. Nintendo produce giocattoli da 130 anni ed è stata all’avanguardia nell’industria del gaming sin dall’inizio.  Ancor prima di Switch e Wii, stavamo ribaltando gli standard dell’industria con il Nintendo Entertainment System, il Game Boy e i gichi rilasciati con questi sistemi –  e riuscimmo a conquistare i cuori dei consumatori. Grazie ad anni di esperienza, riuscire a creare giochi divertenti è diventato parte del nostro DNA e dei nostri hardware, oltre che dei nostri sviluppatori.

Questo viene intensificato dalla filosofia dell’azienda, che si concentra molto anche sul giocatore. I nostri sviluppatori iniziano sempre con uno specifico concept di gioco. Valutano cosa di un nuovo gioco o di una nuova console debba essere capace di divertire e di strappare un sorriso. Solo allora passano ai dettagli tecnici per la realizzazione e a quale dei nostri personaggi può meglio adattarsi questo concept. Spesso tutto ciò porta a risultati poco convenzionali e sorprendenti.

È così che è stato progettato Nintendo Switch, la prima home console che può essere giocata per strada grazie al display integrato, anche quando non sei vicino alla TV. Il miglior esempio di questa filosofia non convenzionale potrebbe essere Super Mario. Lui è come un anti-eroe, l’antitesi dell’eroe convenzionale, ma che è riuscito ad avere successo per oltre trent’anni, nelle corse, negli sport o nel salvare principesse. Ci sono tanti franchise unici come The Legend of Zelda, Animal Crossing, Yoshi e Splatoon che impersonano quest’idea di divertimento –  è parte della magia Nintendo.

 

Potrebbero interessarti

No more posts to show