Reggie Fils-Aime: “La VR dev’essere divertente, Wii U era… bizzarra, per tutti”

Reggie Fils-Aime The Game Awards 2016 Nintendo Switch Wii U errori
Reggie Fils-Aime si è espresso a proposito del passato tormentato di Nintendo Wii U e delle potenzialità della Virtual Reality.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Dopo il successo dell’ibrida giapponese, Nintendo si trova nuovamente in una posizione molto forte sul mercato e Reggie Fils-Aime confida nel futuro. Col supporto degli studi di sviluppo esterni alla compagnia, Nintendo Switch è emersa in un modo che Nintendo Wii U semplicemente non riuscì a fare. A tal proposito si è espresso il COO di Nintendo of America:

Ha aiutato molto il fatto che Switch abbia venduto molto, sia per gli sviluppatori che per i consumatori. È abbastanza potente da essere usata su TV e sufficientemente portatile da essere portata fuori casa. Qualcosa che Nintendo non è riuscita a fare con Wii U, che ci ha portati nell’era dell’alta risoluzione, ma aveva quel gamepad, davvero scomodo. Potevi giocare sullo schermo del gamepad, ma dovevi stare vicino alla console. E gli sviluppatori non hanno apprezzato il suo formato two-screen. In ultimo, Wii U era semplicemente troppo bizzarra per, beh, per tutti.

Reggie ha anche speso qualche parola sul potenziale della Virtual Reality e delle strategie dell’azienda nei confronti di questa tecnologia:

Siamo sempre attenti al progresso della tecnologia. Ma per noi questa dev’essere divertente… Vogliamo che la tecnologia dei nostri device porti a vivere delle esperienze sociali. Con la VR questo  non ci sembra ancora possibile. Per noi non è ancora il suo momento.

 

 

Potrebbero interessarti

News
Demetrio Scira

Nendoroid dedicato a Klonoa in arrivo

L’azienda californiana GoodSmile ha mostrato il suo Nendoroid dedicato al personaggio Bandai Namco recentemente riapparso anche su Nintendo Switch.

No more posts to show