La localizzazione di The Legend of Zelda: Breath of the Wild è tutta sbagliata

Jim Sterling The Legend of Zelda: Breath of the Wild recensione feature
Il diario di viaggio di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, nella versione originale giapponese del gioco è stato scritto dallo stesso Link.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

The Legend of Zelda: Breath of the Wild torna a far parlare di sé con una curiosità che, in un certo senso, stravolge tutto ciò che abbiamo amato nel corso dell’avventura: il diario di viaggio della versione occidentale, in realtà, nel gioco originale giapponese è stato scritto in prima persona da Link, prima che tutta la storia di Breath of the Wild fosse effettivamente avvenuta.

Quando, ad esempio, nel diario delle missioni leggiamo frasi che raccontano un aneddoto in terza persona, come se a raccontarle fosse la Tavoletta Sheikah, in realtà stiamo leggendo degli appunti che lo stesso Link aveva scritto, il che dà un background caratteriale al personaggio che, come sappiamo, risulta essere sempre molto distaccato dalle vicende che lo coinvolgono.

Il tutto è stato riportato da un utente su Tumblr, che ha così messo in luce molti aspetti del Link di The Legend of Zelda: Breath of the Wild che non ci aspettavamo. Se volete approfondire la faccenda potete leggere tutto qui; ovviamente il post è ricco di spoiler sulla trama e sulle varie missioni secondarie.

Potrebbero interessarti

No more posts to show