Nintendo Switch, Reggie parla di My Nintendo, Virtual Console e vendite

Reggie Fils-Aime Nintendo Switch Super Smash Bros. 3DS E3
Durante un'intervista a IGN, il presidente di Nintendo of America, Reggie Fils-Aime, ha parlato di Virtual Console, My Nintendo ed altro su Nintendo Switch.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

L’E3 di Nintendo ci ha lasciato con tante informazioni e qualche sorpresa, ma sono ancora molti i dubbi su alcuni aspetti dei servizi offerti, come ad esempio l’arrivo della Virtual Console su Nintendo Switch. A parlare di questo e molto altro ci ha pensato Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America, durante un’intervista a IGN:

[Sulla Virtual Console per Nintendo Switch]

 

Sappiamo che i nostri fan, i nostri giocatori, vogliono accedere a tutti i nostri contenuti digitali, lo sappiamo. Quello su cui stiamo lavorando è questo: “va bene, quale sarà il modo migliore per farlo accadere, renderlo disponibile?” Sicuramente ci rendiamo conto che c’è una gran voglia di giocare tutto il nostro grande contenuto ereditario.

 

[Sul futuro di My Nintendo e la possibilità di premi fisici]

 

Dal punto di vista di Nintendo of America, abbiamo come priorità quella di rendere My Nintendo molto più significativo in futuro. Il mercato in Giappone è molto più concentrato, non ci sono determinati problemi in Nintendo Japan. La sfida che voglio affrontare è quella di offrire a tutti i consumatori americani, che siano in Canada o nell’America del Sud, gli stessi premi, senza distinzioni e senza favorire quelli statunitensi. Ma se stiamo pensando a premi fisici? Sicuramente sì.

 

[Sulle vendite digitali e fisiche]

 

Per Nintendo in realtà ogni gioco è diverso e il franchising guida un po’ questo aspetto, in base a come il consumatore vuole giocare un determinato titolo. Ad esempio The Legend of Zelda: Breath of the Wild ha avuto un ottimo successo in digitale, ma non quanto Mario Kart 8 Deluxe, probabilmente proprio perché i giocatori preferiscono avere un titolo come Mario Kart ovunque e sempre con sè. Se sei in viaggio e qualcuno vede che stai giocando con il tuo Nintendo Switch, con i titoli multiplayer puoi subito invitare qualcuno a giocare con te.

 

Zelda è un’esperienza unica. È il mio gioco, sono i miei cento santuari, è quello che sto facendo io, quindi non è molto facile condividere con qualcuno quello che stai vivendo. Credo sia questo il motivo della differenza di vendite tra copie fisiche e digitali.

Buone notizie che fanno sperare bene per un prossimo arrivo, speriamo non molto lontano, della Virtual Console su Nintendo Switch e di premi fisici per il servizio My Nintendo.

Potrebbero interessarti