News

[E3 2017] Metroid Prime 4, lo sviluppo non è stato affidato ai Retro Studios

Game

Durante l’E3 Nintendo ha dichiarato che lo sviluppo di Metroid Prime 4 non è stato affidato ai Retro Studios, ma ad un nuovo team.

Durante l’E3 Nintendo ha dichiarato che lo sviluppo di Metroid Prime 4 non è stato affidato ai Retro Studios, ma ad un nuovo team.

Retro Studios sito ufficiale
Giugno 13, 2017

Nintendo ha rivelato che Metroid Prime 4, annunciato per Nintendo Switch durante il Nintendo Spotlight, non sarà sviluppato dai Retro Studios, i programmatori dietro i primi tre giochi della serie Prime.

Bill Trinen di Nintendo, in un’intervista di gruppo, ha dichiarato che il gioco verrà prodotto da un talentuoso nuovo team di sviluppo, con la supervisione di Kensuke Tanabe, game director che ha già lavorato in passato con la compagnia giapponese.

A parte ciò, Nintendo non ha rivelato dettagli aggiunti a proposito dello sviluppo, ma ha confermato che il gioco sarà ancora un adventure in prima persona e che vedrà la luce dopo il 2017.

Cosa ne pensate di questa notizia? E secondo voi, a cosa stanno lavorando i Retro Studios?

Fonte: Nintendo E3, ,

21 thoughts on “[E3 2017] Metroid Prime 4, lo sviluppo non è stato affidato ai Retro Studios

    1. Potrebbero puntare di nuovo sui platinum ma possibilmente con un budget più decente di quello di star Fox. …oppure su un team Main interno a nintendo…l importante è che credano fortemente nel titolo e nn tirando al compitino….metroid dopo tanti anni di attesa ha una forte cassa di risonanza…devono sfruttare bene l occasione…

      1. Con star fox non è stato un problema di soldi, ma un problema che il gioco doveva renderizzare bene sia sulla tv che sul gamepad, in entrambi i casi allo stesso modo, quindi 60 fps, delay dei comandi pari a zero, quindi fare dei sacrifici nel comparto grafico.

        Detto questo e passando a metroid, io spero che sia un team americano, perchè nonostante metroid sia giapponese (le spalle della tuta di samus fanno invidia ai gundam) la serie prime ha messo samuns in un contesto fantascientifico molto più occidentale, cosa che potrebbe dare difficoltà a un team giapponese

        1. Star fox non è renderizzato bene infatti ne dà una parte ne dall altra…tutto questo per una soluzione di gameplay che nn ha portato a niente? I soldi in cosa li avrebbero spesi? In qualsiasi gioco vanno trovate soluzioni di gameplay…star Fox è uno di quei giochi da “garage” di cui aveva parlato miyamoto in un intervista di qualche tempo fa quindi zero budget il resto son favole…

          Quindi dobbiamo attenderci un trattamento simile per metroid e poi raccontarci le favole su quanto sia complesso questo e quello? Apposto siamo…

          Forse un team occidentale sarebbe preferibile ma nintendo negli anni ha dimostrato di far fatica avtebbwrovevanni seguenti ma ancora di più ad trovare feeling anche in caso di risultati positivi e sembra sempre più voler centralizzare lo sviluppo in Giappone. ..

          1. non è renderizzato bene ne da un lato ne dall’altro proprio perchè doveva essere coerente sia dallo schermo del tv che dal gamepad, se fai il graficone su tv e la grafica brutta sul gamepad su tv magari gira a 30 fps e si vede bene mentre sul gamepad a 60 con grafica brutta, hanno dovuto equilibrare il tutto a causa di un sistema di comandi atto a dare un tentativo di aria nuova nella serie e ha fallito per una serie di motivi

          2. Aldilà del risultato finale…e delle possibili motivazioni…rimane evidente il basso budget e volontà di investire sul titolo…

          3. in ogni caso non credo che faranno così con metroid, tra l’altro switch non ha niente di particolarmente gimmick, al massimo possono implementare il motion control e farlo giocare tipo prime 3 o i primi due riadattati per wii

  1. Lo sapevamo già, come ho ripetuto più volte, Giulio prima e Emily Roger dopo ci hanno già confermato che i Retro sono al lavoro su una nuova IP dai tempi di DKTC.

          1. F-zero ormai è morto, poi non ci sarebbe modo di farlo su Switch visto che non ha dorsali analogici, ma digitali, e guarda caso l’ultimo episodio di F-Zero fu su GameCube, il cui pad ha trigger analogici.
            Poi comunque non c’è più interesse nella serie ahimé.

          2. Be anche Metroid Prime usava dorsali analogici (che amavo tanto) salvo poi aver portato il 3 su wii, che non ne aveva . Credo che sarebbe l’ultimo dei problemi sul voler portare o meno F-zero su switch. Vedremo.

          3. Ma lì poi hai avuto i sensori di movimento, e Metroid comunque ben si adattava a quel sistema di controllo, ma concettualizzando F-Zero con i dorsali digitali ne esce fuori una schifezza, prova a pensare ad una derapata, come fai a stabilire la curva?
            Ti esce fuori un F-Zero che è un Fast, ossia una merda.
            F-Zero gli caga in testa a Fast, è il Re delle corse, ma purtroppo Nintendo si è dimenticata i dorsali analogici ed F-Zero dal GameCube.

          4. E non capisco come mai. Quelli sul cubo erano l’apoteosi. Potrebbero fare due joycon in bundle con fzero che li abbiano, gli analogici.

  2. Un po’ la cosa mi preoccupa… mi torna in mente Other M, bello ma assolutamente non al livello dei Prime. Comunque l’hype rimane intaccato.

  3. Speriamo non lo trattino come titolo titolo basso budget alla star Fox. ..e inoltre spero in un rinnovamento del gameplay…i prime son stati capolavori…ma credo sia il momento di provare una strada diversa per il gameplay che netta insieme 3d e il feeling degli originali 2d…other m non era un tentativo da buttare…era la realizzazione che faceva pena…

    1. Se vuoi un Metroid2D ti prendi la versione 3DS e ti giochi quella, lascia metroid prime in un vero 3D ? io vorrei la stessa impostazione dei precedenti, che erano fantastici, chiaramente rimodernata e ,perche no, doppiata in italiano come zelda ?

      1. Intendo che eviterei la visuale in soggettiva preferendogli una visuale in terza persona, ma sempre in un mondo 3d…la visuale in terza persona permetterebbe di sviluppare un gameplay più “dinamico” che vedo più adatto alla serie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *