Nintendo Switch, grazie a HackerOne ricompense a chi trova bug o vulnerabilità nella console

Nintendo Switch Phil Spencer Aaron Greenberg
Nintendo ha dato inizio alla campagna HackerOne, con cui premia chiunque riesca a trovare vulnerabilità o bug che mettano a rischio Nintendo Switch.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Attraverso HackerOne moltissime società nel mondo, tra cui alcune software house, corrono ai ripari sulla problematica di vulnerabilità e bug dei loro software: anche Nintendo in passato ha sfruttato questa piattaforma per il 3DS e la campagna è partita nuovamente con Nintendo Switch.

Come è possibile leggere sul sito ufficiale, la compagnia giapponese offrirà un compenso che va da un minimo di 100 dollari ad un massimo di 20.000 dollari a chi scoprirà e segnalerà qualsiasi bug o vulnerabilità software o hardware, nel caso quest’ultima comprometta la sicurezza degli utenti, ritenuti effettivamente pericolosi da Nintendo.

HackerOne è partita ben quattro mesi fa e nel frattempo sono stati trovati tre bug, due dei quali già risolti da Nintendo proprio in queste ultime ore, con relative ricompense agli utenti goodbyeworldzacharias e loituma.

Un’ottima iniziativa che spinge moltissimi esperti del settore ad impegnarsi nello studiare l’OS di Nintendo Switch e che aiuta tutti gli utenti del mondo ad essere più sicuri nell’utilizzo dell’ultima console ibrida giapponese.

Potrebbero interessarti

No more posts to show