News

Tatsumi Kimishima parla di Super Mario Run e dei download a pagamento

Game

In un’intervista, Tatsumi Kimishima parla di Super Mario Run che, nonostante il grande successo, ha una percentuale di download a pagamento bassa.

In un’intervista, Tatsumi Kimishima parla di Super Mario Run che, nonostante il grande successo, ha una percentuale di download a pagamento bassa.

Super Mario Run DLC azioni Nintendo aggiornamento
Febbraio 6, 2017

Durante un’intervista con Nikkei su Nintendo Switch, Tatsumi Kimishima, attuale presidente di Nintendo, ha parlato anche di Super Mario Run. Sembra che nonostante il grande successo dell’applicazione i risultati non siano esattamente quelli sperati.

Tatsumi Kimishima dice che il tasso di download a pagamento è inferiore alle aspettative. Ci si aspettava una doppia cifra, un risultato percentuale superiore al 10%, invece al momento si è intorno al 5%.

In ogni caso il 90% dei profitti proviene dai primi venti paesi in classifica per download a pagamento, per questi venti paesi il tasso di acquisto dell’applicazione supera la doppia cifra, ma non vengono forniti dati più precisi. Nonostante questo, Tatsumi Kimishima è positivo sull’andamento di Super Mario Run che sembra essere stato accettato in qualche modo dai giocatori.

Inoltre il presidente di Nintendo ha accennato che si intende iniziare con film basati su personaggi Nintendo, rimanendo molto sul vago e facendo intendere che se ne riparlerà in futuro.

15 thoughts on “Tatsumi Kimishima parla di Super Mario Run e dei download a pagamento

  1. Se speravano nel 10% sono degli illusi. Per altro il gioco è povero di contenuti, se potessi tornare indietro non lo comprerei. Se penso che con 12€ ci si compra Ghost Trick che è un gioco della madonna…

    Vogliono abusare un po’ troppo delle loro IP, spero che non distruggano il lavoro di vent’anni per fare qualche soldo facile. È una strategia che alla lunga non so quanto potrebbe ripagare.

    1. Non lo trovo così tanto povero di contenuti, ma non trovo neanche che valga quasi 10€, ci gioco sporadicamente su un cellulare non mio e solo nella versione gratuita, si lascia giocare piacevolmente, a modo suo è anche vario con gli eventi che cambiano un po’ il gioco e il collezionare le monete che variano leggermente i livelli, ma sono sempre solo 3 livelli gratuiti che lo fanno risultare monotono, quando arriverà su android potrei anche pensare di acquistarlo, ma non a 10€, forse a 2 ci varrebbe anche…

      Ghost Trick è un bel gioco, ma onestamente l’ho finito in meno di 2 giorni su DS e non è un gioco che rigiocherei una volta finito, a Mario Run almeno c’è rigiocabilità, ma secondo me si parla di generi e giochi troppo diversi

    2. Io mi sento ancora in colpa per averne spesi solo 3€ per Ghost Trick.

      Comunque in genere secondo me un po’ tutti i Mario (almeno quelli 2D) sono overpriced e di TANTO come “selected” te lo rivendono a 25€ ma IMHO quello dovrebbe essere il prezzo iniziale. Andiamo della serie “NEW” incominciata su DS/Wii a quella attuale di 3DS/WiiU oltre i power up ci sono poi delle differenze così grosse da giustificarne il prezzo? Già il prezzo di MM è giustificato che comunque era un 60€ limited 40€ liscio

      1. Quello che vai a pagare è il lavoro di design dei livelli, il loro bilanciamento ecc. Ci sarà un motivo se tra milioni di platform 2D i Mario hanno sempre quel tocco in più, secondo me i 10 euro di Mario run sono giustificatissimi. E’ la piattaforma su cui nasce ad avere abituato gli utenti a prezzi da svalutazione e microtransazioni piuttosto che pagamenti unici (che poi con le microtransazioni si spende pure di più alla lunga, senza accorgersene)

        1. Assolutamente d’accordo con te, mi si gela il sangue a sentire cose tipo “Ghost Trick costa 2 € in più ed è molto meglio”, “i Mario 2D sono giochini che dovrebbero essere venduti a poco”…
          Ok Ghost Trick è un gioco bellissimo che ho anche finito due volte, ma parliamo di un gioco di 6 anni fa…e Mario…la serie New…semplicemente i migliori platform degli ultimi 10 anni, forse secondi solo ai Donkey Kong Country. Scherziamo ?

          1. Ma non volevo certo dire che è un giochino di poco conto… Sto solo dicendo che francamente dalla generazione Wii/DS a quella 3DS/WiiU non ho notato tutto sto cambiamento anche nei livelli su per giù si fanno sempre le stesse cose…

            Storia diversa è stato per i capitoli VECCHI di mario, i primi mario erano molto più… “rustici” sia per grafica sia per gameplay, però già con i titoli per SNES c’è stato un capovolgimento totale tra, nuovi poteri, nuovi movimenti, nuovi metodi per interagire con l’ambiente…

            Il cambiamento che c’è stato tra NES->SNES non è neanche lontanamente paragonabile a DS/Wii->3DS/WiiU oppure sbaglio?

          2. Quello che dici è assolutamente vero, i 4 giochi della serie New si somigliano tra loro più che, ad esempio, Super Mario Bros. e Super Mario Bros. 3.
            Ma secondo me, quando un gioco ha ormai (nel corso di decenni) raggiunto un livello di gameplay che rasenta la perfezione, non perde valore per il fatto di essere simile al suo predecessore.
            Per il discorso del prezzo, se guardiamo il mercato videoludico in generale troviamo (esempio classico, ma ce ne sono molti altri) FIFA, che riesce a proporsi ogni anno a 70 € (e a vendere sempre un casino), e le innovazioni sono quelle che sono (in fondo la fisica è quella, il campo da calcio è sempre uguale, e i giocatori sono sempre 11 e simili tra loro); in un Super Mario hai un centinaio di nuovi livelli (dal design sempre magistrale), e viene venduto tra fissa e portatile ad un prezzo che varia dai 40 ai 60 €.
            Per essere schietto: se uscisse un altro capitolo 2D su Switch lo comprerei al lancio a 60 € senza pensarci troppo, e non perché ho soldi da buttare, ma perché ne riconosco il valore e il divertente intrattenimento che offre.

          3. Fifa a differenza di Mario si svaluta subito eh, abbiamo dovuto aspettare la fine del wiiU per vedere NSMBU a 24€ che per l’appunto non è tanto diverso dalla versione per Wii e comunque Fifa è più un modo per spillare soldi alla gente, su quel punto di vista pure i COD sono tutti simili tra loro e cambiano solo le mappe/armi e puntano più a far comprare l’utente il gioco per le “novità” più che per altro.

            Con questo non voglio certo paragonare Mario ad altri giochi, ma comunque già prima si faceva un po’ “fatica” in questi ultimi anni ad apprezzare al 100% un capitolo 2D di mario, ora che abbiamo Mario Maker tutti i capitoli 2D paragonati a quello sono abbastanza … meh. Più che fare uscire un nuovo capitolo in 2D potrebbero fare un Mario Maker Switch che ti permette di usare più oggetti “storici” nuovi oggetti inediti, creare mappe più lunghe, aggiungere i mini-boss oltre che ai boss etc etc… Dopo MM un capitolo in 2D risulterebbe opaco.

Rispondi a usodabada Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *