News

Nintendo Switch, Gearbox non assicura alcun supporto per il momento

Game

Gearbox non ha progetti in cantieri per nintendo Switch. A spigarci tale scelta è direttamente Randy Pitchford, CEO della software house.

Gearbox non ha progetti in cantieri per nintendo Switch. A spigarci tale scelta è direttamente Randy Pitchford, CEO della software house.

Gearbox Switch
Gennaio 25, 2017

Randy Pitchford, CEO di Gearbox, intervenuto ai microfoni di Glixel, ha dato il suo punto di vista su Nintendo Switch. Nei giorni scorsi era infatti trapelata la notizia dell’assenza di una futura versione Switch di Borderlands 3. Pitchford ha dunque spiegato le motivazioni di tale scelta, considerando l’approdo su console Nintendo del terzo capitolo della famosa saga pubblicata da 2K Games, davvero troppo poco vantaggiosa per entrambe le parti.

“Sono un fan Nintendo da sempre e considero Switch una console davvero impressionante. Purtroppo tanta innovazione ha sempre costretto la società di Kyoto a scendere a grossi compromessi sul suo hardware. Borderlands 3 su Switch, così come tanti altri titoli di cui però non mi occupo personalmente, richiederebbero enormi sforzi economici da parte di tutti. Il problema sta nel fatto che la maggior parte dell’utenza Nintendo vuole esperienze first party; mentre per i multipiattaforma ci sono già Playstation 4 e Xbox One. Non escludiamo nulla però per il futuro. Se Switch riuscirà a smuovere grosse masse e incanalare una buona quantità di videogiocatori, allora saremo pronti a discutere e a lavorare con Nintendo per portare i nostri giochi anche sulla neonata console ibrida.”

L’impressione dunque è che i ragazzi di Gearbox vogliano essere prudenti con Nintendo Switch. Degno di nota è sicuramente il fatto che 2K Games, il pubblisher di Borderlands, abbia ad oggi garantito supporto annunciando un titolo come NBA 2K18.

Fonte: Glixel,

11 thoughts on “Nintendo Switch, Gearbox non assicura alcun supporto per il momento

  1. Sperano di compensare quella porcheria che hanno combinato col quinto capitolo?
    Eh no la munnezza che se la tenga Sony visto che l’ha pure finanziata, questo tenetelo tutto per noi poveri nintendari…anche perché su altri lidi e con Tekken7 in uscita dubito che questo SF riusciranno a piazzaro iper-prezzato come accadrà su Nintendo

  2. Essendo “schiavo” di SF2 lo comprerò in DD per tenerlo sempre in memoria. Spero esca al lancio (o entro il mese di Marzo) !

  3. ” Il problema sta nel fatto che la maggior parte dell’utenza Nintendo vuole esperienze first party”
    Ma va? Lungi da me credere che i casual arrivino a comprare questi giochi su Switch, perché solo loro potrebbero.
    Non credo che l’utenza Nintendo vada a comprare in massa il Call Of Duty di turno tanto per fare un esempio (e già con WiiU non è successo).

    “Se Switch riuscirà a smuovere grosse masse e incanalare una buona quantità di videogiocatori, allora saremo pronti a discutere e a lavorare con Nintendo per portare i nostri giochi anche sulla neonata console ibrida”

    Sempre se riusciranno a vendere appunto i loro giochi, Switch potrebbe anche avere 40 milioni di base installata, ma se soltanto in 200.000 gli comprano il gioco non gli conviene tanto mi sa xD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *