News

Nintendo Switch, DFC Intelligence stima 40 milioni di unità vendute entro la fine del 2020

Game

DFC Intelligence stima 40 milioni di unità vendute per Nintendo Switch entro la fine del 2020. Stime realistiche o da rivedere al ribasso o rialzo?

DFC Intelligence stima 40 milioni di unità vendute per Nintendo Switch entro la fine del 2020. Stime realistiche o da rivedere al ribasso o rialzo?

DFC Intelligence Nintendo Switch pack schede SDXC GameStop
Gennaio 20, 2017

Il momento del debutto di Nintendo Switch sul mercato si avvicina, e, inevitabilmente incominciano a fioccare analisi di mercato e stime su quella che potrà essere la performance del nuovo hardware Nintendo. DFC Intelligence ha svelato oggi le sue previsioni di vendita fino al 2020: l’idea è che Nintendo Switch potrà arrivare a 40 milioni di pezzi venduti.

Gli analisti pensano che le iniziali disponibilità di hardware e la line up di lancio poco ricca causeranno una partenza lenta, ma è previsto che la domanda si mantenga su buoni livelli e l’obiettivo sarà riuscire ad attrarre l’utenza a partire dalle vendite natalizie del 2017.

Secondo David Cole di DFC Intelligence, superare le vendite di Nintendo Wii U non è un’impresa particolarmente ardua, ma resta da vedere quanto Switch riuscirà a far meglio del suo fallimentare predecessore. La sfida maggiore per Nintendo sarà quella di non entrare in competizione con Microsoft e Sony, ma convincere gli utenti che vale la pena spendere denaro per acquistare Switch come console da affiancare a una One o a una PS4. L’arrivo di Super Mario Odyssey potrà certamente rappresentare un punto di partenza importante per dare un boost deciso alle vendite della console.

Che ne pensate di queste stime? Vendere circa dieci milioni di console all’anno è un obiettivo alla portata di Switch o, visti i numeri del Wii U, conviene puntare più in basso?

 

Fonte: Gamesindustry,

10 thoughts on “Nintendo Switch, DFC Intelligence stima 40 milioni di unità vendute entro la fine del 2020

    1. Useranno un pendolino credo .Se per WIIU erano un po ‘ giustificati
      ,forse, per le grandi vendite di WII,56 milioni di Wiiu entro il 2016 spararono lol ,non ho ben capito queste 40 da dove arrivano. Avranno fatto una media partendo dal fallimento vendite wiiu e forse dal fatto che sarà la console unica (forse) per i prossimi 5 anni. 40 milioni potrebbero anche essere poche tenendo conto che negli ultimi 6 anni tra 3ds e wiiu ne ha cmq vendute 80 milioni. Vedremo

      1. Mi hai fatto tornare in mente i pronostici di Mosca lol. In effetti sembra una sparata non azzardata però totalmente casuale dai, almeno datele due o tre mesi di vita prima (e magari anche il pensionamento del 3ds)

  1. analisi così lontane sono sbagliate, non si sanno bene ancora i giochi, non si sa bene l’impatto dell’utenza con l’online che arriverà, non si sa cosa tirerà fuori la concorrenza. Pensare ora al 2020 è esagerato secondo me.

    Convincere l’utenza ad acquistare una console al momento più costosa della concorrenza per usarla come console secondaria non è che sia il massimo, il 3ds può essere una console secondaria, un wii u trovato in offerta può essere una console secondaria…ma uno switch a questi prezzi…eh…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *