News

Super Mario Run, secondo Shigeru Miyamoto, potrebbe cambiare il futuro della serie

Game

Shigeru Miyamoto, durante un’intervista, ha affermato che Super Mario Run ha tutto il potenziale per portare un forte cambiamento nella serie.

Shigeru Miyamoto, durante un’intervista, ha affermato che Super Mario Run ha tutto il potenziale per portare un forte cambiamento nella serie.

Super Mario Run Nintendo mobile
Dicembre 8, 2016

La prossima settimana sarà disponibile ufficialmente Super Mario Run su iOS. Il progetto, forse il più ambizioso nell’ambito mobile da parte di Nintendo, potrebbe avere un gigantesco successo a livello planetario. Basti pensare alla grande risposta del pubblico all’uscita di Pokémon GO, per rendersi conto di quanto il mercato mobile potrebbe diventare una risorsa fondamentale per i colossi dei videogiochi come Nintendo. A tale proposito, Shigeru Miyamoto, il celebre game designer, ha affermato durante un’intervista rilasciata a The Verge, che Super Mario Run potrebbe portare un effettivo cambiamento alla serie, anche in ottica futura.

“Con Super Mario Run moltissimi nuovi utenti si approcceranno per la prima volta all’universo di Mario, quindi possiamo vederlo come punto d’ingresso per il nuovo pubblico. Ma una volta passato l’ingresso, cosa ci sarà dopo? Un’esperienza di Mario tradizionale? Forse qualcosa di più simile all’idea di Super Mario Galaxy? La risposta è che dobbiamo guardare costantemente alle richieste dei nuovi fan ed evolvere il brand di conseguenza.”

Miyamoto continua parlando di come è nata l’idea dietro a Super Mario Run.

Questo gioco è nato dai nostri molti esperimenti effettuati durante l’era del Nintendo Wii. Lavorando per tanto tempo alla saga, il gameplay è diventato sempre più complesso; portare l’esperienza ad un semplice tocco su schermo penso possa portare il gioco ad un livello di accessibilità mai visto prima. Con queste premesse, la scelta di farlo uscire su smartphone penso sia azzeccatissima.”

Potremmo essere di fronte ad un cambio epocale della serie. Dalle indiscrezioni sembrerebbe che un titolo di Mario in 3D sia già in sviluppo per Nintendo Switch. Potrebbe esserci una possibilità, anche se molto remota, che il platforming 2D targato Mario venga recluso al solo ambiente smartphone. Ricordiamo infine che potete leggere la nostra anteprima di Super Mario Run.

Fonte: The Verge,

12 thoughts on “Super Mario Run, secondo Shigeru Miyamoto, potrebbe cambiare il futuro della serie

  1. A me sti discorsi fanno una paura…..anche perchè i capitoli di Mario in 3D non sono mai riusciti a sfondare commercialmente come hanno fatto gli episodi 2D, almeno da quando esistono le alternative, per cui tagliare fuori le console dai platform 2D sarebbe un pò come tagliarsi le parti basse da soli.
    Spiace vedere un Miyamoto che anche lui parla sempre più spesso di seguire le richieste del mercato anzichè creare una sua opera e darla in pasto al mercato stesso (cosa accaduta magnificamente per 20 anni)

      1. Ad onore del vero Nintendo ha resistito per tanto, forse per troppo e se oggi deve così inseguire è perchè si è sempre ostinata a non scendere mai a certi compromessi, oggi purtroppo deve farlo e Mario, ahinoi, è il franchise più “sacrificabile” data la sua forza a livello di brand.
        Ripeto fa però pena vedere grandi autori (e Miya è in buona compagnia) iniziare a parlare in questi termini, lui/loro che hanno creato capolavori dal niente seguendo solo la loro creatività e proponendola poi al pubblico, il quale dimostrava spesso di gradire….segno che un videogioco, una canzone, un film hanno successo e lasciano il segno proprio se “spontanei” mentre oggi i videogiochi vengono decisi a tavolino tra manager del marketing e le testate giornalistiche mentre i cantanti sono degli esecutori di melodie decise da qualche discografico che decide cosa è più o meno orecchiabile al grande pubblico.
        Poi però in tanti andiamo di retrogaming o vinili dei genitori degli anni’70, chissà come mai….

        1. Perché quelli che vanno coi vinili dei genitori o di retrogaming hanno in genere i paraocchi e non riescono a trovare artisti genuini moderni.
          *cantando*
          I wanna set the universe on fire
          Feel it burn tonight
          Set the universe on fire
          There’s no end in sight
          Bring me to the holy raging power
          Where I find my destiny
          The universe on fire
          You’re my guiding light
          *riff*
          In ogni caso, se un artista propone una cosa e quella cosa non “prende”, mah non sarà sto grande artista, quindi è vero anche l’incontrario del discorso che fai tu.

        2. è la verità. Io temo molto che mario abbia gia detto tutto quello che doveva dire..si avvertiva gia dal come è stato disegnato 3d world, miyamoto con questo mario run.. non mi sembra così scoinvolto gasato da menzionare un minimo quel mario Switch che in teoria dovrebbe essere il cavallo di battaglia della console. Anzi non vede l ora di fare un minigioco di mario galaxy per cellulari..che schifo dai

          1. Beh Miya è da quando ha presentato festante e gaudente quella vaccata di WiiMusic che non mi ha mica più tanto convinto. Per carità grande mente, gran creativo, gran giochi fatti però….io ho due teorie.
            La prima è che Miya, in realtà, oggi come allora cerca sempre di proporre esperienze semplici…1, 2 tasti massimi da usare come erano i platform 20 anni fa…insomma Miya non la persona da comandi eccessivamente difficili, i suoi giochi non lo sono mai stati a meno di obblighi legati al gioco (tipo Zelda in 3D), da questo punto di vista il mobile è la panacea per semplicità d’uso…certo 20 anni fa i platform erano due tasti ma difficilissimi da giocare, oggi i giochi per mobile hanno pochi comandi e sono delle pisciate estreme come difficoltà, anzi la sfida non c’è.
            Altra cosa penso che il Miya già dai tempi del Wii, cioè più o meno attorno ai suoi 50 anni sia più dell’idea di voler sperimentare piuttosto che creare opere complete…forse ha finito le idee, forse si sente inadatto nell’era dei COD/FIFA 1080@60fps
            Certo uscirsene con un running game dopo che esistono da ANNI ormai non fa onore a Nintendo e non fa onore a lui

    1. Per come la vedo io potrebbero benissimo mettere le loro app anche su switch, abilitando il crossplay.
      In effetti mi stupirebbe il contrario.

      1. A me starebbe più che bene avere Switch “double-face” in grado cioè di propormi videogiochi classici e “App” in arrivo dal mondo smartphone ma giocabili tutto in un unico contenitore.
        Si sa mai poi che qualcuno non compri la console per Mario Run per poi scorpire che esistono anche videogiochi un filino più profondi….

    1. con il rilascio super mario maker, penso che abbiano deciso di lasciare la palla in mano alla fun base… perchè ormai è un po’ anacronistico e strausato come modalità di gioco per Mario

      1. Giusto, Super Mario Maker me lo stavo dimenticando XD
        Allora potrebbero fare una sorta di SMM con dentro la modalità storia con i livelli, un po’ come han fatto con questo su 3DS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *