Michael Pachter Nintendo NX supporto delle terze parti Breath of the Wild Nintendo Switch Red Dead Redemption

L'angolino delle Pachterate

Michael Pachter: “Nintendo NX difficilmente riceverà il supporto delle terze parti”

Pubblicato il
03 Maggio 2016

Michael Pachter, analista del mondo videoludico noto per le sue controverse analisi e previsioni, torna a parlare di Nintendo NX, prossima console Nintendo il cui lancio è fissato a marzo 2017, nell’ultima puntata del suo show Pachter Factor, soffermandosi sull’aspetto legato al supporto delle terze parti.

Secondo Pachter anche la nuova console della Casa di Kyoto riceverà scarso supporto dalle terze parti, soprattutto quelle occidentali. Il motivo principale è la scarsa fiducia instaurata con il flop di vendite di Nintendo Wii U.
Di seguito alcuni brevi estratti del video.

“Ogni qualvolta mi capita di criticare quest’azienda (Nintendo) e la sua gestione, compreso il suo vecchio presidente, non è perché stavano affossando la società o erano in procinto di dichiarare la bancarotta. Anzi, è stato perché ho pensato che non stessero generando abbastanza profitto relativamente all’eccezionale potenziale che hanno.”

A questa frase, seguono apprezzamenti di Michael Pachter sull’estrema qualità di titoli e software che Nintendo produce da anni, sostenendo che, fintanto manterrà questi standard qualitativi, difficilmente vedrà un calo nelle entrate. Continua poi:

“Il fallimento di Wii U, però, è costato a Nintendo il supporto delle terze parti, perché queste non possono permettersi di creare giochi per un Wii U con una base installata di 10 milioni di unità e che potrebbe essere tolta dal mercato in qualsiasi momento.

Con NX, penso che vedrete uno scarso supporto delle terze parti all’infuori del Giappone a meno che non riscuota un successo straordinario. La mia criticità nei confronti di Nintendo è alimentata dal dispiacere di aver visto un netto calo dell’azienda che è passata, in termini di vendita di console, dall’essere la migliore alla peggiore.”

Una nuova chiave di lettura quindi, che inquadrerebbe Michael Pachter come un fan accanito di Nintendo le cui critiche hanno il solo fine di spronarla per raggiungere risultati migliori e ritornare ai gloriosi fasti di un tempo. Siete d’accordo con le sue parole? Fateci sapere scrivendo nel box commenti presente come sempre in calce all’articolo.