Intervista esclusiva a Rafal Kemnitz, sviluppatore di 80’s Overdrive

80's Overdrive Nintendo 3DS Intervista

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

(Go to page 2 for the english version)

Abbiamo avuto l’occasione di fare qualche domanda a Rafal Kemnitz, l’ideatore dietro lo sviluppo di 80’s Overdrive, il nuovo racing game arcade anni 80 annunciato recentemente per Nintendo 3DS. Lo sviluppatore ci ha fornito alcune informazioni importanti sul loro titolo in stile vecchia scuola e alcune considerazioni personali sul passato e il presente dei racing game.

NintendOn: Sappiamo che l’idea è nata all’inizio del 2015, ma quale è stata la scintilla che vi ha fatto decidere di sviluppare un racing game anni 80?

Rafal Kemnitz: Credo di averla sempre avuta. Sono abituato a giocare con un sacco di racing game 2D da quando ero un ragazzino. Inoltre, adoro le auto degli anni ’80. Ho preso un’Alfa Romeo 164, dopo aver avuto la più moderna 147. Questo cambiamento è stato completamente fuori di testa… ma ho amato questa macchina. Aveva un interno pazzesco pieno di pulsanti e display LCD. Perfettamente anni ’80. Qual è stata la scintilla che mi ha fatto iniziare questo progetto… Per lo più altri indie retro-racer che hanno cominciato ad affacciarsi sul mercato. Questi mi hanno fatto pensare che ci sarà un pubblico per un racing game 2D retro, e idearne uno non sarebbe solo qualcosa pronto a finire nascosto nel tuo cassetto, perché nessuno lo vuole.


NintendOn: Che idea avete in merito al sopravvento delle simulazioni su titoli come OutRun o Daytona avvenuto nel corso degli ultimi anni?

Rafal Kemnitz: Ad essere onesti, non credo che i giochi di corse mainstream attuali siano simulativi. Ce ne sono pochi che possono essere definiti come sim-games (Assetto Corsa per esempio) e per me, sono un mercato di nicchia a parte, che avranno sempre una certa quantità di hardcore gamer. Non grande, ma costante. Gente sempre pronta a ripetere la stessa pista per milioni di volte per farla alla perfezione. Non pensate, per esempio,  che la serie Need for Speed ​​sia per questi giocatori. In campo musicale questi giocatori sono  come i fan del prog-rock mentre i giochi di corse mainstream sono la musica pop. Potremmo dire che Need For Speed ​​è il Call of Duty di corsa. Tutti questi giochi incominciano a somigliarsi nell’aspetto e nella giocabilità. Sono frutto di un marketing attento e furbo, cercano di richiamare la maggior parte dei giocatori. Seguono il sentiero che ha portato più soldi possibili alle aziende che li hanno prodotti. Questo è come, nella mia opinione sul design dei racing moderni, si sono evoluti i giochi. Le idee di design di giochi come Outrun e Daytona si sono semplicemente persi per strada. Fare un gioco di corse 2D-oldschool o addirittura 3D-oldschool è un tipo di business molto rischioso.

OutRun-screen01
OutRun – SEGA Megadrive

NintendOn: Su cosa deve puntare secondo voi un titolo arcade per conquistare gli appassionati e rivitalizzare il genere agli occhi del giocatore occasionale?

Rafal Kemnitz: A essere onesti con voi, la domanda che mi avete posto, per me è una tipica domanda di game design a cui, per esempio, cerca di rispondere EA nel corso della progettazione dei loro giochi. Non voglio rispondere a questo tipo di domanda con il nostro gioco… mi spiace. Non vogliamo far contenti tutti. Per me, non funzionerebbe in un progetto nostalgico. Il nostro processo è un po’ diverso. Beh… se giocate a titoli vecchi, spesso non coincidono con quello che il cervello ricorda dalla vostra infanzia. Dopo averli rigiocati oggi, spesso vi sentite delusi. Per il gameplay frustrante, per la grafica, per il suono. Ma c’è ancora qualcosa che funziona bene. Il meccanismo di gioco semplice ma coinvolgente, i controlli e così via. Quello che facciamo è cercare di cogliere le cose buone e minimizzare le cattive. Tutto qui.


NintendOn: Abbiamo letto che vi siete ispirati a Rad Racer, vecchia gloria per NES. Quali altri titoli vi hanno ispirato maggiormente per questo progetto?

Rafal Kemnitz: Hmm… tutti i giochi di corse 2D degli anni ’80 e primi anni ’90. Soprattutto OutRun e il suo stile. Quando ero un bambino giocavo un sacco a Lotus 3. Amavo il track editor e la sua musica. Che altro… Crazy Cars/Lamborghini American (la career mode soprattutto), la serie Top Gear sul SNES, Chase HQ, Cisco Heat, Jaguar XJ220. E giochi indie moderni come Oh Deer! e Drift Stage.

Rad-Racer-screen01
Rad Racer – Nintendo Entertainment System

NintendOn: Perché svilupparlo su Nintendo 3DS? Pensate che quest’hardware possa esprimere al meglio la vostra visione di gioco?

Rafal Kemnitz: Durante la nostra carriera abbiamo sviluppato un po’ di giochi per 3DS / DS / DSi… Quindi forse è una questione di esperienza e probabilmente una sorta di legame con questa console che si è sviluppata a lungo andare. Seconda cosa… lo schermo [del 3DS ndr] è perfetto per un gioco in pixel art. Si dice che più DPI sono meglio, non in questo caso. Avrete una pixelart perfetta pixel per pixel qui.


NintendOn: State già pensando al vostro prossimo progetto o prenderete del tempo prima di farlo? Sarà un sequel di 80’s Overdrive? Magari un porting per NX? (occhiolino, occhiolino)

Rafal Kemnitz: Per quanto riguarda me, ho in programma una breve pausa dopo l’uscita del gioco per raccogliere nuove idee e programmare progetti per il futuro. Ad essere sinceri, prima di 80’s Overdrive ho fatto Hazumi e lavorato su League of Heroes per 3DS. Per di più, ho ancora un altro lavoro di giorno, quindi sto lavorando come un mulo al momento. Questo è il primo progetto che si è distinto tra le community, il ché mi rende felice, ma penso di meritare una breve pausa dopo. Cosa vorranno fare gli altri membri della squadra… probabilmente lo stesso… Porting per altre piattaforme? Il tempo ci dirà… sequel… non penso.

80'-Overdrive-screen02
80’s Overdrive – Nintendo 3DS

NintendOn: Consigliate il vostro titolo ai videogiocatori di tutto il mondo: perché dovrebbero acquistare 80’s Overdrive?

Rafal Kemnitz: Perché? È semplice, uno dei motivi per noi, che ci spinge a realizzare 80’s Overdrive è che abbiamo già giocato OutRun per 3DS fino a consumarci i polpastrelli e ne volevamo di più! È come l’estensione… sarete affamati di giochi del genere dopo aver completato OutRun. E per i nuovi giocatori, che non amano i racing arcade… 80’s Overdrive sarà un gioco gradevole da vedere, avrà un prezzo equo e ci abbiamo messo i nostri cuori. Questo non è un altro titolo shovel-ware di cui è pieno l’eShop. Varrà la pena averlo sulla console, una scelta sensata se non sapete quale sarà il prossimo gioco da prendere.

Potrebbero interessarti

No more posts to show