Opinioni Opinionabili

Opinioni Opinionabili #22 – Non è forse l’attesa dell’E3, l’E3 stesso?

Scritto da

Pubblicato il
05 Aprile 2016

Di recente il mondo nintendaro, un mondo in continua attesa di buone nuove da direct et similia, si è diviso in due fazioni che nell’apposito topic di Neogaf si erano date anche un nome: TeamFake e TeamReal. Ovviamente, se non siete stati in cantina a cercare il vino buono, senza trovarlo, per un’intera settimana avete già capito che mi sto riferendo al leak, rivelatosi poi un falso orchestrato con maestria, del presunto NX.

Ogni fazione aveva torto e ragione allo stesso tempo: abbandono dei tasti fisici? Eresia! Layout dei tasti modificabili per ogni gioco? Rivoluzione! Ammetto tra l’altro, senza ombra di vergogna, di aver dato il leak per plausibile, sebbene il tweet di Liam Robertson mi abbia poi rimesso in carreggiata, e di aver già preso il volo con la fantasia, riguardo a possibilità di nuovi tipi di gameplay all’orizzonte. Per ironia della sorte, dato che il leak si basava su brevetti depositati da Nintendo stessa, non è nemmeno detto che il risultato di ciò che sarà NX sia così tanto distante da quella visione.

La tesi: ogni cosa migliora se c’è Zelda

Non provo amarezza in ogni caso, anzi, la curiosità è aumentata a dismisura e, probabilmente, passerò le settimane che mi separano dall’E3 alla ricerca di un qualsiasi briciolo di notizia sul prossimo protagonista del mio salotto di casa. Qui si risveglia il fan accanito, e l’hype più infingardo, e batte forte il cuore, animato per ogni minimo sussurro, ogni singolo rumore, pronto a credere alle scempiaggini di un Miyamoto qualsiasi dietro la tastiera di un’altra nazione, anche se quel Miyamoto si rivelerà poi essere un bimbo portogallese di cinque anni. Sto esagerando ovviamente, sono un operatore di settore (giornalista lo dici a tua sorella) serio e analizzerò tutte le informazioni al setaccio, con la consueta professionalità che mi distingue come al solito. OMG! The Legend of Zelda : Fields of Dawn and Super Mario Underground al lancio per NX e cost… ehm scusate, mi ricompongo subito, falso allarme.

Il fake più riuscito nella storia dei videogiochi ha aperto le danze a quello che considero il periodo più bello per noi videogiocatori: il pre-E3. Perché fino a un minuto prima che inizi il direct o la prima conferenza Expo dell’anno si freme. Si freme per sapere qualcosa, per sapere qualcosa prima degli altri, per essere il primo a poterlo dire agli amici. Ed è il momento in cui i forum di mezzo mondo, e quello di NeoGaf in particolare, si affannano con le ipotesi più improbabili, creando gif e meme ad hoc, basate sui teloni che coprono gli stand, sulle scritte delle casse che contengono le attrezzature, e perfino sull’intonaco smangiato di muretti a caso. Sto esagerando? Tutto vero invece.

e3-bear-collage-opinioni-opinionabili-nintendon
Una follia lucida e ludica che solo un vero fan Nintendo può apprezzare

Queste immagini nascono nel 2011, un E3 in cui Nintendo avrebbe svelato il Wii U (fino ad allora project café – a me lungo prego!) e l’attesa era febbrile, una sensazione che portiamo in grembo anche oggi, all’alba di una nuova console Nintendo. Da un vuoto lasciato dalla vernice mancante di un muro, nasce l’E3 Bear, l’equivalente di babbo natale per gli appassionati di videogiochi, pronto a portare nuovi giochi e nuovi doni dentro al suo magico sacco. La follia pura. Ma noi videogiocatori siamo così, e se Nintendo volesse dare in pasto agli orsi la gente che affollerà il Nokia Theather lo riterremmo un sacrificio necessario perché l’N-Difference richiede sudore, dedizione, e in quel caso un tributo di sangue.

e3-bear-palco-opinioni-opinionabili-nintendon
Il vostro sacrificio non sarà vano: la vostra discendenza giocherà con NX

Se qualcuno possa anche solo vagamente pensare solo gli americani possano arrivare a un tale livello di follia, allora è ben inconsapevole che anche in Italia rasentiamo la linea labile tra genio, pazzia e imbecillità. Infatti, ogni anno, nel periodo tra il trailer che Nintendo prepara per esplicitare le proprie iniziative riguardo la famosa fiera di Los Angeles e il Direct più atteso dell’anno, su Youtube il misconosciuto utente ATRyoSakazaki prepara un video propedeutico, ogni anno sempre più scemo, ma che riesce non solo da divertire ma anche a gasare gli animi nintendari.



Tra un orso con la sacca piena di regali e un inconsapevole Richard Benson pronto a forarvi i timpani a suon di NANI, questo è letteralmente il periodo più folle, appassionante e irriverente dell’anno. Sappiamo che potremmo venire delusi e anche cocentemente, proprio come è avvenuto l’anno scorso per la maggior parte del nostro pubblico. Anche nello sciagurato caso che la bile cresca a dismisura quando le jeux sont fait in quel dell’Expo, a noi rimarrà il ricordo di uno splendido periodo in cui sogni e demenzialità facevano da cornice alle nostre passioni, tenendo presente che, alle volte, la cornice è meglio del quadro.