News

Game Boy Macro: un DS a metà in fondo è un Game Boy Advance

Game

Cosa succede se si trancia in due un Nintendo DS e si prova a infilare una cartuccia del Game Boy Advance nell’apposito vano? Nasce il Game Boy Macro, ovviamente! La piccola console, che sfrutta la retrocompatibilità […]

Cosa succede se si trancia in due un Nintendo DS e si prova a infilare una cartuccia del Game Boy Advance nell’apposito vano? Nasce il Game Boy Macro, ovviamente! La piccola console, che sfrutta la retrocompatibilità […]

Game Boy Macro DS Game Boy Advance
Gennaio 17, 2016

Cosa succede se si trancia in due un Nintendo DS e si prova a infilare una cartuccia del Game Boy Advance nell’apposito vano? Nasce il Game Boy Macro, ovviamente!

La piccola console, che sfrutta la retrocompatibilità del Nintendo DS, viene creata tagliando, letteralmente, a metà la relativa console, o recuperando quelli già rotti. Immutati sono i sistemi di input, presente la croce direzionale, il touch screen e i quattro tasti originali. A livello di sistema operativo viene inizializzato quello di un normale DS, ma ovviamente solo la parte nello schermo di sotto.

Un’idea interessante se si pensa di  poter recuperare una console con le cerniere rotte!

gameboy-macro-nintendon-01

Il prezzo è di 130$, non proprio economico, e volendo, siccome il case viene ricostruito, c’è la possibilità di chiedere solo la presenza dei tasti A e B invece che dei quattro tasti del DS. Inoltre nel prezzo è compreso un caricabatterie USB e un case da viaggio. Per tutte le informazioni su come comprarne uno, potete andare nell’home page del Game Boy Macro.

Fonte: NoeGAF,

12 thoughts on “Game Boy Macro: un DS a metà in fondo è un Game Boy Advance

  1. Appena proprio no, esistono già da 1-2 anni. Personalmente ne ho fatti 2, uno con il DS fat ed uno con il ds lite. il fat è uscito uno spettacolo perché a differenza del lite gli speaker sono riuscito a metterli sul frontale e la cartuccia GBA non esce.

    1. Sì anche se qua ci sono delle rifiniture più pregiate e sono stati fatti interventi per realizzare un prodotto finito, però è vero, sono in giro da un annetto 🙂

        1. Però è il case del primo DS, lì rifanno i case, le rifiniture e utilizzano Lite e XL.
          È un bel lavoro però 😀 complimenti, potresti davvero metterci su qualcosa secondo me ^_^

        2. Davvero carino! io sono l’unica pirla che per una cerniera rotta ha speso i soldi per un nuovo case ricostruendo il ds da zero, solo per abbandonarlo sullo scaffale in bella mostra ^_^

          Ma curiosità:gli speaker li hai presi dal ds o ne hai messi di nuovi? perchè da quel che vedo devi aver fatto un bel lavorone

          1. Sono quelli del DS, ho fatto quei buchi, tolto un po’ di plastica da sotto e messo tra case e scheda madre!

  2. Quando ero ruppi lo schermo del mio DSLite. Decisi di provare a realizzare un progetto simile, totalmente inconscio dei pericoli. Smontai la console e tagliai letteralmente il cavo flat che collegava lo schermo superiore alla MaBo. Risultato: DS che come lo accendevi si spegneva da solo. Probabilmente non eseguì le operazioni con la dovuta cautela e accuratezza 😛
    Tutt’oggi ho ancora la console, e con dei nuovi pezzi potrei pure riprendere il progettino…

    1. Accade perché il DS si accorge che manca lo schermo superiore, basta mettere una resistenza sulla scheda madre lì dove partono i circuiti di controllo dello schermo superiore. Va benissimo una resistenza di 1K ohm o 1000 ohm che dir si voglia.

    1. Quelli che vedi sopra, ci ho messo 2 ore per farlo e sinceramente se mi fossi impegnato di più sarebbe uscito ancora meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *