Libero Pensiero

Twilight Princess HD: datemi del pane, il prosciutto ce l’ho già. In faccia

Game

Non amo scrivere in modo polemico. Non mi si addice e spesso comporta un fraintendimento delle mie posizioni da parte di chi non mi conosce e non è in grado di individuare la chiave di lettura […]

Non amo scrivere in modo polemico. Non mi si addice e spesso comporta un fraintendimento delle mie posizioni da parte di chi non mi conosce e non è in grado di individuare la chiave di lettura […]

Twilight Princess HD
Novembre 13, 2015

Non amo scrivere in modo polemico. Non mi si addice e spesso comporta un fraintendimento delle mie posizioni da parte di chi non mi conosce e non è in grado di individuare la chiave di lettura necessaria a comprendere Il Pittanza Furioso.

Tra l’altro, a conti fatti, non è che io sia realmente risentito, perplesso o arrabbiato… mi verrebbe da dire che sono medio, in equilibrio perfetto tra la clamorosa esaltazione di ieri sera, in cui ho letteralmente lanciato soldi allo schermo (non è un eufemismo, ho un video in merito, giuro), e il mesto confronto con la realtà delle cose, viste per quello che sono.

The Legend of Zelda: Twilight Princess HD lo aspettavamo e lo volevamo tutti. Un po’ perché siamo nintendari e quindi ci rigiocheremmo tutto mille volte, un po’ perché il gioco era uscito a cavallo di un passaggio generazionale che aveva portato molti a giocarselo sui primi televisori accaddì, con risultati pietosi dovuti a blur e aliasing dell’upscale nonché l’intollerabile “frittura” delle texture non adatte a quella risoluzione.

nintendon-libero-pensiero-twilight-princess-001
“Stringimi forte Link, ho paura!”

Venivamo però da un’esperienza lusso come quella di The Legend of Zelda: Wind Waker HD, che due anni fa ci ha permesso di rivivere in una nuova veste le avventure dell’eroe del vento: seppur con alti e bassi dovuti al passaggio dal cel shading puro ad un rendering più “gommoso” e rotondo, il titolo mostrava una grandissima cura e, soprattutto, la volontà di ridisegnare il mondo perché si adattasse al nuovo hardware.

Dopo tutto il team di Aonuma aveva il dovere morale di trattare i propri fan nel modo migliore, considerate le difficoltà nel portare avanti il progetto di Zelda U.

Già, ve lo immaginate il team ufficiale di Zelda che fa un lavoro veloce e risicato tanto per buttare fuori un gioco in un momento di magra? Ecco, siamo stati trattati bene e non ci aspettiamo niente di meno di un lavoro con i fiocchi quando si parla di remake, remaster o affini. Dopo tutto stiamo parlando dell’unica serie di giochi realmente leggendaria.

nintendon-libero-pensiero-twilight-princess-002
Link ha i suoi dubbi. Leciti.

E invece ecco apparire Tantalus. Un nome sconosciuto ai più ma che i possessori di Wii U dovrebbero invece ricordare in quanto autori delle ottime conversioni di Mass Effect 3 e Deus Ex: Human Revolution per la console Nintendo. Gli sviluppatori australiani hanno avuto la malaugurata idea di fare una vacanza in Giappone proprio nel momento in cui Aonuma girovagava per le strade rimuginando sul concetto di “Open World”.

Invero una sicurezza nel campo dei porting, ma un mistero per quel che concerne la capacità di lavorare secondo la filosofia dei team Nintendo. Dopotutto anche i Retro vennero sonoramente bastonati da Miyamoto ai tempi di Prime, quindi nessuno è salvo.

I puristi tra l’altro potrebbero rabbrividire all’idea che un brand importante come Zelda sia affidato ad un team principalmente multipiattaforma e in grado di regalarci negli anni perle come Funky Barn o South Park Rallywow, non so neanche io come ho fatto a non avere un mancamento – ma queste stesse persone allora farebbero meglio a non pensare a Grezzo, che prima di occuparsi di Ocarina of Time aveva affinato le proprie doti con… Line Attack Heroes per Wii Ware?

nintendon-libero-pensiero-twilight-princess-003
Decisamente Zeldoso…

Messa così verrebbe da dire che non siamo in buone mani da diverso tempo, ma Ocarina of Time 3D e Majora’s Mask 3D dicono il contrario. Perché preoccuparsi allora?

Per i modi e per i tempi. Twilight Princess HD è universalmente visto come un progetto tappabuchi il cui scopo è, oltre a recuperare qualche soldo con la sua fantastica edizione limitata, tenere buoni i fan della serie che ormai troppe volte hanno sentito la parola “ritardo” associata al nuovo episodio della serie. Tanto che ormai c’è empatia tra chi maneggia la Master Sword e chi fa il pendolare sulle tratte Trenitalia.

E il primo trailer fa ben poco per disperdere questa sensazione, proponendosi identico all’originale se non per la risoluzione aumentata e le texture adattate al nuovo output. Perfino quando Shibata si lancia nell’illustrare il perché questa nuova versione sia migliore dell’originale (e per un istante ci tornano alla mente le modifiche a Wind Waker HD) siamo in breve riportati bruscamente alla realtà. La novità è l’amiibo.

E non ci viene neanche detto cosa comporti per il gioco… anche perché a quanto pare non è prevista una versione “solus” del titolo, che verosimilmente verrà venduto a prezzo standard, alimentando i sospetti di chi vedeva una filosofia budget nella realizzazione del progetto.

nintendon-libero-pensiero-twilight-princess-004
Un pack da 50-60€ con incluso un amiibo da 15-20€ e colonna sonora… quanto varrà il gioco?

Siamo tutti consci di quello che abbiamo di fronte eppure – sorpresa sorpresa – l’impressione comune è che il gioco verrà comprato da tutti coloro che hanno un minimo di interesse per la saga o per Nintendo. Soldi facili per la grande N.

Ancora più stupefacente è come non ci sia alcun moto polemico verso chi si approprierà di questa edizione speciale (io sto solo aspettando che appaia su Amazon) quasi fosse inesorabilmente e all’unanimità riconosciuta come pezzo per cui vale la pena investire la cifra richiesta: “L’amiibo è bellissimo e da solo esce dopo, perché aspettare?” oppure “È uno dei miei Zelda preferiti, magari ci fosse stata un’edizione speciale all’epoca… perché non approfittarne?

Sono poche le voci discordanti… si è voluto abbracciare l’entusiasmo, nonostante la nostra razio evidenzi le lacune della produzione. Sarà il prosciutto.

Sarà che siamo nintendari

58 thoughts on “Twilight Princess HD: datemi del pane, il prosciutto ce l’ho già. In faccia

  1. Io aspetto l’amiibo, a meno che il prodotto finale non sia diverso da quanto visto. Perchè, per tanto così, infilo nel Wii U il disco di TP versione Wii e ci rigioco.

  2. stolta allora la rareware che propone la collection di TRENTA giochi in HD comprendente molti capolavori.. a TRENTA euro(per xboxone)…quanti soldi ci avrebbe tirato su Nintendo con quei titoli a disposizione? banjo kazooie HD a 60 euro piu amiibo.. banjo tooie HD a 60 euro piu amiibo.. conker HD 60 euro. Profumo di difference.

        1. Infatti penso che quella di Zelda sia una cosa quasi scandalosa. Per anni non ci sono mai stati remake di Zelda (quando altre serie nintendo come Pokémon, Mario e Kirby già ne avevano). Solo un porting per A Link to the Past, che appunto era più un porting che un remake (e da SNES a GBA ce ne sono stati tantissimi, anche non nintendo) e dava anche in più Four Sword (non conto la collection per gamecube, essendo appunto una collection, e i primi due su GBA visto che erano come adesso i giochi per virtual console). Poi è uscito all’improvviso Four Sword Anniversary. L’anno dopo Ocarina of Time 3D, poi Wind Waker HD, poi Majora’s Mask 3D, e ora usciranno pure Hyrule Warriors Legends e Twillight Princess HD. Dal nulla al tutto! Per carità, bei giochi, alcuni sono anche stati molto richiesti, ma… un po’ alla volta, per carità :D.

    1. Soldato Conker a 60 euro su xbox presente, signore!!!
      Soldato Conker hd a 60 euro su xbox360 presente, signore!!!
      Dov’é il soldato conker ultimate definitive edition per one?
      Lo hanno seppellito nella fossa comune rarereplay signore!!!
      Dannazione, mandate un controller xbox one elite alla vedova.

      1. 1)davvero paragoni il remake mastodontico su xbox di conker con questo? 2)il banjo kazooie e tooie HD su xbox360 stavano a 10 euro l’uno o in omaggio con un nuovo episodio 3) in questa generazione te li danno tutti in HD a 30 euro tutti insieme e nintendo al contrario ci avrebbe fatto un bisness di 60 euro a gioco + amiibo..ci sono anni luce di onestà tra ciò che ha fatto l’una e ciò che sta vendendo l’altra. poi il discorso di microsoft che non le permette di fare un nuovo episodio è un altro discorso.

        1. 1)La versione N64 non la tengo in considerazione. Era su console nintendo. Non c’entra col discorso.
          Il grosso del lavoro di remake é stato sulla versione xbox. In quel caso ci sta il prezzo full retail, anche perché é quello che ho pagato.
          Già quando divenne giocabile su 360 (che peraltro non era manco in hd, ricordavo male, era in pseudo retrocompatibilità, e faceva pure schifo da quel che ricordo visto che era buggato) ci marciarono sopra. I prezzi retail dell’originale erano assurdi.
          Insomma il grosso del lavoro era già fatto e one era la terza console di fila su cui si poteva giocare, a prezzo full non aveva mercato. Aveva senso solo o in collection o tirato dietro a qualche euro.
          2) E infatti i banjo non li ho citati.

          Discorso a parte, le pratiche microsoft non vanno prese ad esempio, se nintendo ne copiasse i “virtuosismi” fallirebbe in una generazione. Basta guardare i bilanci della divisione xbox. Nintendo non ha microsoft a parargli le chiappe.
          Poi vabbé, sia chiaro, in questo frangente non ho voglia di difendere a spada tratta N, se leggi gli altri miei commenti é chiaro che la mia opinione su tp hd é poco lusinghiera.
          In ogni caso non hanno confermato il prezzo del bundle, né specificato se uscirà standalone su eshop (probabile) a prezzo ridotto, quindi prima di fasciarsi la testa aspetterei che sparino una cifra ritardata e ce la spacchino.

  3. Beh, oramai Nintendo ha capito che le conviene vendere giocattoli, poi che ci da un videogioco con esso come regalino extra, tanto meglio.

    Per me non c’è molto da discutere, non compro remaster di giochi che ho già giocato e che ancora possiedo. Mantra rispettato sino ad oggi, se non credo per qualche remaster/remake/EE che ho per sbaglio/gratis via di humble bundles o dati free dagli sviluppatori se si aveva l’originale.
    L’amiibo sembra bellino devo dire.

    1. “le conviene vendere giocattoli”… lo diceva anche Patcher.

      Anche se non sembra Nintendo ascolta tanto le reazioni del pubblico, magari sbagliando anche. Riguardo ai giocattoli, vedi gli ultimi animal Crossing.
      Volendo poi, di Twilight princess su 3ds se ne parla da un anno. Mi sembrava che certa gente avesse leakato delle false immagini che mostravano la cassettina di TP su 3ds. Questa è una cosa che non c’entra con Nintendo, ma la reazione del pubblico a questi falsi leak, potrebbero averla spinta all’investimento in questo remake. Scusa sono andato un pò OT.

  4. Purtroppo le mie sensazioni a riguardo sono le stesse, e lo reperirò nel caso (a un prezzo giusto) proprio per un peccato di gola e per non aver giocato la versione GC con Link mancino

  5. è una remastered inutile visto che il gioco lo si può giocare su Wii, il Wii U è retrocompatibile e volendo lo si poteva mettere nell’eshop…ma…sono scemo e penso che lo prenderò, forse è l’amiibo, forse perché finalmente non giocherò ad una versione specchio di Twilight Princess e forse perché mi manca Midna(si posso rigiocare al gioco originale), ma sicuramente ci è andata meglio di altre remastered che ti chiedevano i soldi e con “tutti i contenuti aggiuntivi!”

      1. In effetti sono curioso anche io. Tu che prezzo spari? Perché Zelda Tp come i Mario galaxy fa parte dei Nintendo selects. I galaxy sono arrivati sull’eshop a 15 euro se non sbaglio. Se consideriamo questo il prezzo a cui avrebbero venduto un TP senza HD, allora si potrebbe stare sui 30/35. Mettici quei 10/15 euro in più per rendere il prezzo più “credibile” e si arriva a 40/45. Avrebbe senso.. 45+amiibo = 60 euro più ost in omaggio

        1. Io dico 50€ sullo shop – purtroppo – e 60€ la limited pacchettizzata.

          Non dico abbia senso, ma è quello che credo succederà.

          Sarebbe più giusto 40€ in digitale però, visto il tipo di remaster.

  6. Link lupo.
    Non c’é il pelo.
    Penso a starfox e donkey su smash.
    Qua c’é un problema.

    Quello che lascia perplessi é che ci abbiano messo due anni. Sono tanti. Tanti tanti tanti. Venire fuori con solo texture upgradate é troppo poco imho.
    Guardate per dire l’ultima versione di tp su dolphin, é un work in progress fatto a tempo perso ma é decisamente venuto fuori bene. Ci caga in testa su questa versione.

    1. appunto giocaci su dolphin.
      ma tu hai l’iso su dolphin, la versione originale GC o la versione Wii???
      su dolphin usi la iso wii o la iso GC?

  7. Chissà, magari si potrà scegliere se giocare normalmente o allo specchio come la versione wii. E magari addirittura se giocare col Gamepad o con il wiimote (sia per destrosi che per mancini). Sarebbe già meglio di niente, insomma un pretesto per prendere questa versione se già si possiede (o se si trova a meno, perché si trova) un’altra versione. Ma preferirei anche qualche altro tipo di aggiunta

  8. Mi piace moltissimo Nintendo ma la mia razionalità mi impedisce di avere paraocchi, prosciutti o qualsiasi altro vincolo che mi impone Nintendo evitando tutto il resto, eppure per me non ci sono dubbi il day-one è assicurato.
    Chi è fan Nintendo ha sempre messo avanti la giocabilità e il divertimento e solo dopo la grafica, ora vedo troppe lamentele riguardo la poca evoluzione grafica di un remake, effettivamente non considerando le funzioni amiibo sembrerebbe più un remastered ma per un gioco che altro non è che un tappa buchi cosa altro vi aspettavate?
    Io personalmente non ho giocato al capito originale, ed era già mia intenzione recuperarlo, ora che c’è questo HD non posso che essere contento.
    Altro fattore per me fondamentale è la fluidità, se avrò i 60 fps granitici nell’HD già questo vale più di una grafica maggiormente elaborata.

        1. no l’ho letto … era per avere la conferma che non hai mai giocato al gioco ne’ in versione gamecube ne’ in versione wii.
          da cio’ traggo le mie considerazioni (arrrh)

    1. Infatti non capisco tutti questi che dicono “Ah, io non lo compro perchè tanto ho questa o quella versione uscita eoni fa… E guai a chi lo compra” Non tutti hanno avuto la possibilità di recuperarlo all’epoca, non tutti hanno voglia di metterselo a cercare su Internet o per negozi, ad alcuni quella grafica un po’ sfocata non piace, ad altri di andare in soffitta a recuperarlo non se ne parla nemmeno.
      Sembra che ogni prodotto debba essere cucito perfettamente sulle vostre esigenze e gusti, e se qualcuno ne ha degli altri, è un idiota o un fanboy, se un prodotto è destinato ad un certo target è inutile, un’opportunità mancata o soldi facili…

  9. e’ il remake della versione gamecube cmq … quanti hanno tale versione??
    postate il vostro faccione con il gioco !!!
    prosciuttoni!!!
    aldila’ delle cazzate da clickbait
    chi non ha la versione cubo ha tutto l’interesse a comprare il nuovo bundle.
    amen

      1. il remake e’ per tutti , ovviamente, quelli ceh potrebbero avere piu’ motivazioni sono quelli che non hanno la versione cubo…
        cioe’…
        togliendo dal computo i fan sfegatati che comprano anche la merda d’artista firmata miyamoto…;)

    1. Io non metterei neanche in relazione le due cose… se l’avessi per cubo credo lo comprerei comunque. Versione HD – finalmente godibile su uno schermo piatto – ed extra da collezione.

      Per me ha senso comprarla in ogni caso… siamo tutti diversi nelle nostre esigenze. L’amiibo è figo e preferirei avere una confezione “unica”.

      Che faccio, lascio?

      1. tu non sei il cliente medio di nintendo.
        il cliente medio di nintendo che ha comprato la wii come prima console nintendo( wii-cubo diciamo che sono un 60 milioni di nuovi clienti quasi tutti casual ) potrebbe non vedere interesse in questo remake …
        per un fan ci sta (ma appunto la risposta che hai auvto ti dice che siamo in tempi di pochi soldi), la cosa piu’ logica e’ proprio “colmare” il vuoto a chi non ha la versione cubo …
        poi oh , se uno grazie a dio puo’ permettersi di comprare molti giochi ben per lui!!!!!!

      2. Io ho la versione Wii, ma chissenefrega del fatto che è specchiato o che ci sono i comandi tradizionali (a me agitare il Wiimote andava benone). La penso come te su questa cosa, da una parte sto sbavando al pensiero di avere la Limited con Amiibo e OST (che diciamocelo, anche un bel CD con la colonna sonora, magari rimasterizzata, che uscirà in una versione esclusiva con la Limited fa gola), oltre alla possibilità di giocarmelo degnamente su un televisore HD, dall’altra se penso a quanto diversa fu l’operazione compiuta con Wind Waker HD, o anche solo con Majora’s Mask 3D o Ocarina of Time 3D, mi rattristo a pensare a come si siano risparmiati stavolta, proponendoci lo stesso identico gioco ma con un mero upscaling delle textures. Neanche un dungeon extra o qualche bonus stupido, proprio.

  10. Tre Cose:
    1) Sto giocando a Prime. (in realtà a Trilogy, la sto recuperando, ma per ora sono ancora al prime… ahahah… Badum-tss* ok ehm va beh) gioco meraviglioso, me lo sto godendo come pochi giochi ultimamente (qualcuno ha detto Freedom Planet?), MA
    MA devo ammettere che avere una risoluzione maggiore non sarebbe male. Non parlo di qualità di Texture, ma proprio di risoluzione, perché non è il massimo per gli occhi giocare così a trilogy, specie perché Samus non si muove in mondi verdi e colorati… Ripeto, lo sto apprezzando veramente molto, i miei occhi un po’ meno.
    Il discorso è che non avendo giocato a TP tutto sommato preferisco giocarlo così, anche se si vedono i poligoni. Quindi…

    2)…quindi certo concordo che non sia un gran remake (no anzi fa abbastanza tristezza) ma se non costa più di un Nintendo select per me che (è importante questo) non ci ho giocato un pensierino ce lo faccio. L’amiibo e la colonna sonora non so, vedremo se vincerà lo scontro finale la mia coscienza che pensa al portafogli o la mia mania di amiibo e colonne sonore…

    2) A proposito di BADUM TSS… A quando il prossimo? Mi mancano T_T

    *notare la sottilissima citazione nel punto 1 al punto 3, mascherato volutamente di nuovo da punto 2 per vedere quanti lo hanno notato

    1. Mi segno la tua nostalgia da BA-DUM-TSS!

      A seguito del lutto che ha colpito Nintendo a luglio avevamo perso l’entusiasmo per la rubrica, ma forse è arrivato il momento di rispolverarla in effetti 😉

  11. Pensatela un pò come volete, il mondo è bello perché è vario, io resto della mia idea: non ho avuto il Cube, ho recuperato TP versione Wii poco meno di un anno fa, l’ho cominciato ed ero arrivato credo a metà o poco prima e poi ho interrotto perché sono usciti prima Captain Toad e poi Splatoon e ho deciso di lasciarlo interrotto quando erano arrivate le prime voci sullo sviluppo della ver. HD.
    Ora, contando che: la resa grafica del Wii e dell’emulazione Wii su WiiU su una TV HD è da sanguinamento delle pupille, che:
    – il gioco è ribaltato a specchio per colpa dei comandi di movimento
    – che gli stessi comandi di movimento sono scomodi e limitati (non potevi nemmeno girare la telecamera) e ti mettono un inutile (e fastidiosissimo) puntatore a forma di fata in mezzo allo schermo

    come posso non prendere per oro colato questa versione?
    Anche se, lo ammetto pure io, la resa grafica poteva essere migliore, vuoi mettere il poter avere un controller che ti permette di “controllare” veramente il gioco così come deve essere? Ed in più usarlo avendo a disposizione le stesse funzioni nuove presenti su WW!
    (stupidi wiimote, mi hanno fatto tirare giù santi e arcangeli su Skyward Sword)

  12. io è dai tempi dei rumor che sto alla larga, non mi frega completamente nulla di sta versione, ne dell’amiibo, non è neanche una versione hd come lo è stata wind waker (che comunque ho avuto gratis grazie alla promozione che c’è stata a luglio che se registravi mario kart 8 avevi un gioco in regalo (ho già pagato wind waker anni fa su gamecube , non mi serve pagarlo di nuovo)

  13. Tra Zelda U e TP HD c’è un abisso graficamente, il taglio del trailer durante il Direct è stato azzeccatissimo.
    TP HD ormai è retro gaming, un must per chi non l’ha giocato, un peccato di gola per i feticisti Nintendo ed una gioia per gli amiibo collectors.
    Guardiamo al futuro, pensiamo che Zelda U soddisferà le nostre aspettative e pensiamo che uno Zelda più realistico approderà fra una decina d’anni su NX.
    Più soldi farà Nintendo e più AAA games riuscirà a produrre.

    1. Persino uno game studio della portata di Retro ha dovuto sudare sette camicie per poter completare un gioco come Prime.
      Suona strano che venga commissionato a Tantalus un progetto del genere.
      Retro, per dare la precedenza a Prime, ha abbandonato tre o più titoli ai quali stava lavorando e modificato più volte il concept del gioco per andare incontro alle esigenze di Miyamoto.
      Prime era inizialmente in terza persona, Retro aveva scelto un design diverso per le armi di Samus senza contare quella volta in cui Miyamoto disse: “E se potessimo cambiare la testa di Samus a nostro piacimento, tipo con quella di un insetto?”.
      Retro aveva preso la frase alla lettera mentre Miyamoto si riferiva ai visori.

  14. Diciamo che questo gioco è assolutamente da provare per chi aveva giocato la versione Wii. Dal trailer, infatti, si capisce che questo è un remake della versione Gamecube, che si differenzia da quella Wii per il fatto che quella Wii è completamente “specchiata” cioè ribaltata come in uno specchio per fare in modo che Link impugni la spada con la mano destra, facilitando così i controlli col WiiMote che altrimenti risulterebbero caotici per la maggior parte dei giocatori. Inoltre con un joypad tradizionale si gioca meglio che col WiiMote. Certo invece, per chi come me ha giocato entrambe le versioni, al momento questo prodotto non sembra offrire nulla di nuovo.. vedremo..

  15. “metto il disco della versione Wii nel Wii U e ci gioco” per poi perdere la vista e maledire per l’ennesima volta Nintendo che decise di non entrare nell’era dell’hd ai tempi del Wii.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *