Nuovi dettagli sulle colonne sonore in vinile di Mother

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Vi avevamo già parlato parecchi mesi addietro del kickstarter per la pubblicazione delle colonne sonore in vinile di Mother, mai troppo lodata serie della grande N, la cui fanbase americana è particolarmente vivace. Il kickstarter è stato un successo ed è possibile preordinare i dischi direttamente dal sito di Ship to Store Phono Co. Aaron Hamel, Co-Foundatore e Vice Presidente di Ship to Shore Phono Co, intervistato da Bearded Gentle Music, ha chiarito alcuni dettagli sul perché di questa pubblicazione, su come kickstarter sia stato essenziale per il progetto e sulle difficoltà incontrate alla voce copyright.

Per Mother è stato un processo lunghissimo e abbiamo parlato con Sony, che ne detiene i diritti, per un anno e mezzo. È stato un processo molto costoso e c’erano molte royalty in ballo, ovviamente, essendo un gioco Nintendo. È costato davvero tanto e non so se avremmo potuto avanzare i preorder se avessimo dovuto pagare i diritti [interamente di tasca loro, intende ndr]. Non avremmo potuto pagarli senza aver raggiunto il nostro obbiettivo Kickstarter. Abbiamo fatto più soldi di quanto pensassimo ed è andata bene.

Sono sempre stato un grande fan della serie Mother. Ho noleggiato Earthbound da giovane e ho amato le sue musiche, soprattutto. Quando sono cresciuto ho scoperto che Earthbound era un sequel, mi sono procurato Mother e l’ho amato. In seguito ho scoperto che c’era questo CD di Mother con arrangiamenti pop alla Beach Boys e ho iniziato ad ascoltarlo a ripetizione fin da allora. Quando abbiamo iniziato a mettere in piedi l’etichetta discografica, era una delle prime cose che volevo fare.

[All’interno del disco] C’è la musica del gioco nel quarto lato. È un medley, con un arrangiamento gradevole. Quando arriva al finale, nella battaglia con Giygas, è proprio bello, ma mi piacciono un sacco anche i pezzi riarrangiati, specialmente quelli strumentali. Il pezzo strumentale Snowman è unico e hanno fatto un gran lavoro. Snowman, Fallin’ Love, Magicant sono musiche stupende.

Sapevo che Sony ha anche fatto uscire il CD [di Mother 2/Earthbound], quindi dopo aver preso accordi per Mother è stato un po’ come “Hey, e Mother 2?”. Hanno chiesto in Giappone e hanno detto: ok. Il processo per Mother 2 è stato molto più veloce di quello per Mother.

La colonna sonora di Mother 2 è interamente del gioco e nulla è riarrangiato. C’è un lavoro di editing, ma è tutta musica del gioco, C’è un pezzo, Winters, che contiene tre differenti parti musicali da una parte di gioco. Sono stati riorganizzati per farne una suite e il lato D contiene solo remix. Non include ogni singolo pezzo del gioco, ma penso che racconti la storia del gioco così bene da essere un esemplare interessante.

Mother contiene tanti riferimenti alla cultura pop e i compositori della colonna originale Keiichi Suzuki e Hirokazu “Hip” Tanaka hanno reso omaggio ai Beatles con i loro pezzi. Ma quello che allora era una calorosa dichiarazione d’amore verso i Fab Four, oggi sarebbe un plagio bell’e buono. Aaron Hamel chiarisce, infine, anche questo aspetto.

C’è tutto. Era parte integrante del CD e mi chiedevo se sarebbe venuto alla luce quando avrei parlato con Sony, ma non successe. È tutto lì; l’apertura rallentata tratta da All You Need Is Love, la batteria di Sgt. Pepper’s Reprise, è ancora tutto lì.

Insomma, ci saranno anche i soldi di mezzo, dato che i vinili sono in vendita, ma c’è anche tanto amore verso una delle migliori colonne sonore da videogioco mai realizzate.

Potrebbero interessarti

No more posts to show