Speskullations

SpeSkullations #17 – Nintendo oltre l’E3

Game

È quel tempo dell’anno, si sente nell’aria, quell’odore di giochi, di trailer in CG, di in-game footage, di prototype not final product, di showfloor, di video, foto, analisi, pareri, eventi, tutto concentrato in una settimana: […]

È quel tempo dell’anno, si sente nell’aria, quell’odore di giochi, di trailer in CG, di in-game footage, di prototype not final product, di showfloor, di video, foto, analisi, pareri, eventi, tutto concentrato in una settimana: […]

Giugno 3, 2015

È quel tempo dell’anno, si sente nell’aria, quell’odore di giochi, di trailer in CG, di in-game footage, di prototype not final product, di showfloor, di video, foto, analisi, pareri, eventi, tutto concentrato in una settimana: l’E3 di Nintendo.

Doverose premesse a parte, dopo il successo di un articolo di svariati mesi fa, ho deciso di tirar fuori una serie di informazioni su Nintendo e i suoi giochi in questo clima di E3. Quanto sto per scrivere, al solito, potrebbe rivelarsi al pubblico tra giorni, mesi o anni. La scaletta E3 di Nintendo è davvero blindata, dunque qui non ci saranno i giochi dell’E3 perché è altamente improbabile che qualcuno vi abbia avuto accesso, a meno che non lavori per Nintendo o sia davvero molto persuasivo.

In questo articolo ci sono una serie di progetti che Nintendo ha deciso di curare o sta continuando a produrre, il che significa, come dicevo, che per vederli potrebbe bastare l’E3 o potrebbe volerci un anno o anche di più.

E3-mini-2015-nintendon

Cominciamo subito con Retro Studios, che ha completato lo sviluppo di Donkey Kong Country Tropical Freeze a Novembre 2013 e da allora, per stessa ammissione del CEO del team, Kelbaugh, “non è rimasta seduta, pigramente”.

Sappiamo, come dissi per tempo, che Metroid fosse in fase di prototipo presso Next Level Games, ma Nintendo difficilmente lascia progetti incompiuti. In genere riassesta, rivoluziona, cambia console, ma alla fine non butta via niente. È bene precisare inoltre che Wii U e 3DS sono ormai macchine molto vicine e capaci di scambiarsi assets e progetti senza particolari problemi, dunque un gioco per Wii U può migrare su 3DS e viceversa, grazie a middleware che facilitano il processo, dunque le piattaforme di destinazione di questi titoli possono variare.

Retro-Studios-mini-nintendon

Grazie a fonti autorevoli si può affermare che Retro Studios sia a lavoro su Wii U. L’unica traccia rimasta di questo è un tweet cancellato di Tamaki (noto insider di Unseen64). Sappiamo inoltre, e ce lo dice Nintendo, che Retro Studios assume, e assume tanto e bene, in settori chiave come quello grafico, ricercando un Graphics Engineer che:

“sviluppi, scriva e faccia debug di codice per videogiochi e strumenti con un focus specifico sulla programmazione di game play per il giocatore, telecamera, gimmicks e altri sistemi di game-play”.

Retro Studios sta lavorando a una nuova IP per Wii U e sta supervisionando i lavori, con il secondo team, per un Metroid, probabilmente esclusivo per New 3DS, intenzionalmente in arrivo entro la primavera 2016.

Samus-Aran-mini-nintendon

Nell’anno del venticinquesimo anniversario di F-Zero, i fan della saga sono affamati per un nuovo capitolo. Una rondine non fa primavera, ma due DLC e un minigioco di NintendoLand sono tre indizi che fanno una prova: Nintendo non dimentica. Due anni fa Miyamoto era stato categorico: niente F-Zero all’E3, ma aveva lasciato un indizio per i DLC di Mario Kart 8

“Certamente posso capire come le persone guardando Mario Kart 8  possano vedere, tramite l’anti-gravità, una connessione con F-Zero. Ma non so, a questo punto, quale direzione potremmo intraprendere con un nuovo F-Zero.” Sappiamo inoltre che Nintendo preferirebbe svilupparlo internamente il gioco, per stessa ammissione di Miyamoto “nel passato abbiamo provato a lavorare con altre compagnie, dove le abbiamo lasciato sviluppare giochi per noi con franchise come Star Fox e F-Zero, ma più ci pensiamo, più preferiamo essere in grado di creare quei giochi internamenti, da soli.”.

Star Fox difatti sarà sviluppato internamente. Le ultime parole di Miyamoto, tradotto da Bill Trinen, su F-Zero sono:

“Se creando un nuovo tipo di interfaccia per il controller, trovassimo un’interfaccia controller che si adattasse particolarmente a F-Zero, allora forse faremo qualcosa con esso in futuro”

espresse durante una session di gioco e intervista con Smosh Games. F-Zero è in sviluppo, ma non uscirà né su Wii U né su 3DS, bensì sarà un titolo di lancio di NX, già me lo vedo: F-Zero NX.

F-zero-NX-nintendon

Super Mario 3D World è uscito alla fine del 2013 e il team di sviluppo “Software Development Department, group no.2 (EAD Tokyo)” ha lavorato su Captain Toad: Treasure Tracker. C’è un ma, innanzitutto Captain Toad è stato sviluppato assieme a 1-Up Studio, e come mai un gioco che richiedeva meno team di sviluppo rispetto a un Mario 3D ha avuto due team a lavoro? Semplicemente perché l’organico di EAD era altrove.

Dunque mentre Captain Toad veniva sviluppato da un gruppo ristretto di EAD (denominato EAD Tokyo 3) e da 1-Up Studio, il resto del team, Koizumi compreso che non compare nei credits di Captain Toad pur essendo a capo di EAD Tokyo e producer di Mario, era ed è a lavoro su un nuovo Mario 3D.

A supporto di questo vi sono dichiarazioni di Koizumi che però potrebbero riferirsi a Captain Toad, mentre la dichiarazione di Motokura è decisamente più in linea con ciò che sta accadendo. Mario non lo vedremo in uscita nel 2015, come chiarito da Nintendo stessa, ma non è detto che non si faccia vedere all’E3, ad ogni modo non è stabilita la console di destinazione, ma si parla di 2016.

Mario-Toad-mini-nintendon

Sono in programma DLC per Splatoon, ma questo ormai è di dominio pubblico al di là degli annunciati DLC di Agosto, ma non abbassiamo la guardia con Super Smash Bros., i cui contenuti sono sicuramente in evoluzione, e Mario Kart 8, giochi dalle gambe lunghe che Nintendo intende supportare.

Infine delle parole sull’E3, aspettiamoci, come detto da Nintendo, una forte presenza di giochi per il 2015, ma le sorprese non mancheranno, tra Project Treasure e un 3DS tutto da scoprire, quel che manca è solo un restyle del Wii U.

P.S. Chiudo dicendo che questo articolo è stato composto il 29 Maggio, prima del Direct del 31, infine, come sempre: tutto confermato? succederà? Al momento è così, potrebbero cambiare le cose e i progetti essere spostati, nessuno vi dice di credermi, nessuno vi dice di fidarvi, ma ricordatevi dove l’avete letto prima.

48 thoughts on “SpeSkullations #17 – Nintendo oltre l’E3

  1. Sarebbe figo,e improbabile ma va bè, se l’ipotetico dark souls 3 che dovrebbe essere annunciato all’e3 uscisse anche su WiiU

    1. I rapporti Bandai Namco e Nintendo sono senz’altro buoni, e il porting annunciato domenica da From Software dimostra quantomeno dei contatti, speriamo 😀

        1. La questione lì è diversa, innanzitutto Bandai pubblica e basta, secondo è lo sviluppatore singolo che non vuole investire in un porting deciso su Wii U scalando ulteriormente la versione, perché comporta una spesa maggiore.
          Parlo della Bandai Namco che sviluppa Smash, Project Treasure in esclusiva, cose che fa in prima persona, non conto terzi.

          1. Una cosa è certa fino a quando SMS era a lavoro su Poject Cars senza publisher tra i piedi il gioco era previsto per Wii U anzi dicevano che gli utenti Wii U avrebbero avuto delle features esclusive legate al paddone, arrivata Namco Bandai la versione Wii U è magicamente scomparsa. Guarda caso tutte le fonti d’informazioni abbinavano il gioco principalmente a Wii U, Nintendon compreso. In ogni caso non raccontiamoci barzellette la softwarehouse realizza il gioco ma chi investe e decide dove pubblicare è il publisher, quindi se non ci sarà una versione Wii U di Project Cars il merito è solo di Bandai Namco

          2. SMS ha semplicemente detto cose non sviluppando davvero la versione Wii U, quando ha cominciato a farlo è calato il silenzio e poi è venuto fuori l’intoppo.

          3. in questo ultimo anno ho letto informazioni totalmente opposte alle tue affermazioni ma ciò non toglie che è il publisher a investe denaro ed ha potere decisionale, quindi se la versione Wii U è o era o teoricamente lo era in lavorazione è stata Bandai Namco a decidere il suo esito, non penso che ci siano dubbi in merito

          4. Sì ma appunto è una questione di investimento, perché SMS è fermo a 720p 23 fps, BN avrà negato altri fondi, magari ignara di dettagli così precisi e aspettandosi un risultato, Nintendo i tutto ciò avrà accordi per altri titoli e situazioni più redditizie, investendo evidentemente poco, ma BN, sempre con Harada, lavora su Pokkén, insomma ci sono molte intersezioni con Nintendo, quindi sebbene venga negato Dark Souls… ci sono altre cose, che poi a noi singoli o più giocatori interessino altre cose, è al di là della bontà del rapporto che possa esserci, al massimo possono essere cattivi investimenti, sotto rapporti buoni.

          5. Bandai Namco è ignara dei dettagli di un prodotto che sta commercializzando? Ok ho capito vuoi la ragione a tutti i costi, ok hai ragione!
            Fatto sta che tu stesso mi hai contraddetto ma alla fine affermi quello che io ho detto, per SMS Project Cars è in lavorazione, mentre per Bandai Namco l’investimento non vale l’impresa e quindi difficilmente vedremo Project Cars su Wii U.

          6. No, non ho detto che è ignara di un prodotto, ma un publisher così grande non segue lo sviluppo giorno per giorno della risoluzione e frame-rate, tant’è vero che il giorno in cui ci fu il post di Bell su NeoGaf la stessa Bandai Namco distribuì un trailer con logo e boxart Wii U, mentre se avesse seguito lo sviluppo da vicino avrebbe preso provvedimenti no?
            Non voglio la ragione a tutti i costi, ma nel caso specifico Bandai Namco gestisce una serie di spese, SMS altre, se SMS ha deciso di non spendere per ottimizzare ulteriormente PC su Wii U, avrà chiesto i soldi a BN, BN non ha diffuso nulla ufficialmente, ma è probabile che abbia detto di no.
            Che PC si vedrà difficilmente su Wii U non l’ho mai negato, ma non c’entra con i rapporti che Nintendo ha con BN, bensì con SMS che ha gestito uno sviluppo malamente.
            Visto che per 1 PC e 2 DS ci sono almeno altrettanti se non di più titoli che BN porta si su Wii U che 3DS, alcuni anche in esclusiva, con co-sviluppi, mi sembra evidente e innegabile che i rapporti siano buoni.

          7. La tua è una teoria di quella che potrebbe essere la realtà, che io francamente non condivido, Bandai Namco ha reso pubblico un trailer realizzato da SMS, questo dimostra l’esatto opposto di quello che dici a conferma che per SMS il gioco è in lavorazione ma per Bandai Namco è meglio fare piccoli investimenti per grandi guadagni. Parlare di buoni rapporti tra due aziende mi fa un po’ ridere, le aziende non hanno rapporti d’amicizia ma rapporti di collaborazione al solo scopo di guadagnarci e in questo la storia insegna, basti pensare a tutti i brand che abbandonarono le loro console di nascita per spostarsi su quella che era la neonata playstation

          8. SMS può aver realizzato il trailer, ma è BN ad averlo distribuito, perché si occupa della promozione.
            Credo, come te, se non era chiaro, che PC difficilmente lo vedremo su Wii U, credo che BN abbia seguito come ogni publisher lo sviluppo incentivando l’uscita per tutte le piattaforme previste Wii U compreso, credo che SMS rendendosi conto di come veniva fuori la versione Wii U abbia informato BN per avere dei finanziamenti magari, e BN o deve ancora rispondere o ha già detto di no, ma a livello di promozione erano comunque previste alcune cose, di certo BN se investe su un progetto e su una versione Wii U non è contenta né di investirci di più né di perdere l’investimento se il gioco non viene bene e dunque salta.
            Tu hai parlato di amicizia, io di rapporti, che in questo sono ovviamente d’affari, e non ho mai tirato in ballo altro che soldi.
            Dunque non capisco perché tirarla in ballo.
            Ho parlato di contratti, di buoni rapporti (d’affari e di PR) dovuti a contratti e progetti in sviluppo/sviluppati.
            PC è una rondine che non fa primavera nel bilancio del rapporto (d’affari) tra BN e Nintendo, la colpa è di tutte e tre, Nintendo non avrà spinto monetariamente (contenuti extra, uscita contemporanea, team dedicato), BN non avrà voglia di investire ancora di più del previsto, SMS non sta riuscendo nel compito.

          9. Non capisco per quale motivo accusi SMS senza nemmeno ipotizzare che magari è vittima della situazione, ovvero aver lavorato a un’edizione del gioco dove lo sviluppo è fermo per cause economiche o scelte esterne e che molto probabile dovrà buttar via.
            Voglio solo precisare una cosa, non è mia intenzione polemizzare, ma solo esporre un mio parere, spero che tu non abbia frainteso le mie parole.
            Project Cars non arriverà su Wii U e sinceramente poco mi dispiace, se sulle piattaforme d’origine soffre di seri problemi una versione Wii U non potrebbe essere che ulteriormente problematica, quello che non tollero è la presa in giro

          10. Ma no figurati, non ho frainteso ^_^ sono belle queste discussioni 😀
            Io non tollero che attorno al gioco prima era tutto un “su Wii U girerà benone” e poi “ma avevamo detto ‘forse’ Wii U” =/

        2. Prima ancora che arrivasse bandai gli sviluppatori avevano già sparato abbastanza cagate e mentito per anni. Penso che a parte girarsi dall’altra parte Namco non abbia contribuito particolarmente alla cosa.

      1. Non sono così ottimista.
        La wiiu permettva in teoria porting relativamente veloci dalla 360. Eppure dei primi due ds neanche l’ombra. Se il prossimo ds é esclusiva next gen possiamo anche sognarcelo un port su wiiu.

        1. E dove sta scritto che il rapporto Bandai Namco debba sfociare nei DS? Quando gli stessi porting da 360 non vendono perché Namco avrebbe dovuto portare DS? Ci sono altri progetti di Bandai Namco che arrivano su console Nintendo, e fanno numeri migliori dei porting che son stati fatti.
          Alla fine il publisher deve guadagnarci, il rapporto con le terze parti è una questione lunga, fatta di esperimenti, prove e alla lunga si arriva a qualcosa di più concreto, tutto si velocizza se girano più soldi, ma Nintendo i soldi non li dà, dunque tra tutti i normali ostacoli si aggiunge quello, ma BN è sicuramente tra le SH più attive su console Nintendo. Non porta tutto, ma meglio di niente, è innegabile che i rapporti siano buoni a fronte dei progetti fatti e in sviluppo, inutile pensare sul breve periodo, è una mentalità ristretta, tra 5/6 anni si potrà vedere se i rapporti continuativi han portato i loro frutti, perché bisogna tenere in considerazione tempi di sviluppo e accordi.
          Neanche io sono ottimista su DS, anzi per me non ci arriverà mai, io non ce lo porterei, venderebbe poco e i vecchi non li comprerebbe nessuno, è un cattivo investimento, ci devono essere presupposti diversi, che BN e Nintendo devono costruire insieme come ha fatto CapCom con Nintendo per Monster Hunter, solo che lì Nintendo ha tirato fuori i soldi e quindi è arrivato subito il Tri invece che un porting, per dire.

  2. non vedevo l’ora di leggere una nuova speskullation! *-* ora non resta che aspettare! Da questo articolo in poi, l’hype può iniziare a salire! si sente meno dell’anno scorso però devo dire…

      1. XD io non riesco quest’anno… l’anno scorso c’era l’hype per Zelda, quest’anno no. Sarà anche che ultimamante non ho tempo neanche di giocare…non accendo il 3ds da una settimana e la wii u ehm da mesi T.T

  3. nessuno finora da nessuna parte ha aperto un argomento interessante….pokemon dov’è? solitamente nintendo annunciava i titoli di pokemon prima dell’e3 per poi mostrare tutto e farlo uscire a fine anno, questa volta non sappiamo nulla, come mai? vi ricordo che un difetto importante dei due pokemon per 3ds era la mancanza parziale dell’effetto 3d (presente solo nei combattimenti e causava rallentamenti del gioco evidenti), questo mi fa pensare che al prossimo e3 vedremo i nuovi pokemon….esclusivamente per new 3ds, grazie anche al supporto diretto degli amiibo, e cosa succede se unisci amiibo e pokemon? esatto, la morte, perchè fare 700 e passa statue di pokemon è impossibile, infatti penso che faranno le carte amiibo per i pokemon e due nuovi episodi esclusivamente per new 3ds (non presentati durante l’anno per dare un effetto più a sorpresa) per ovviare ai rallentamenti che erano presenti e a un effetto 3d completo

    1. Tiri fuori un argomento interessante.
      Quel che posso dirti, e che se non erro ho scritto da altre parti, Nintendo e The Pokémon Company non sono in ottimi rapporti.
      Onestamente da anni abbiamo avuto un pokémon all’anno (spinoff esclusi), che non sono pochi, anzi, al momento c’è mystery dungeon. Una nuova gen non credo sia distante, ma non so se questo è l’anno.
      Per quanto riguarda gli amiibo è un argomento delicato, rilancio con un: carte da utilizzare nel TCG con dentro l’NFC amiibo con conseguente nuovo TCG per console Nintendo…

      1. il gioco di carte è fattibile ma non è direttamente game freak a farlo, magari faranno delle carte amiibo compatibili sia per la serie normale che per il gioco di carte ( e altri derivati come mystery dungeon), parlando dei rapporti non buoni tra nintendo e pokemon company lo sappiamo tutti, visto l’annuncio di tembo the badass elephant per tutto tranne che per le console nintendo, ma game freak ha sicuramente un contratto da rispettare per fare 7 generazioni di pokemon, quindi rapporti buoni o no i pokemon arriveranno, e se non arrivano facendo il botto come giochi in esclusiva sul new 3ds con tanto di amiibo come devono arrivare? e quale momento migliore per annunciarli se non all’E3?

        1. Tembo è solo la punta dell’iceberg ma sì, fortunatamente ci sono dei contratti ^^” e non solo.
          Non so come pensano di farla la settiman gen, ma dovrebbero trovare una soluzione sostenibile, e anche opzionale, per 700 pokémon

          1. o statuine più piccole e meno dettagliate da 1 euro ad amiibo o un set di carte, perchè fare statue da 15 euro l’una è flop assicurato (non riescono a fornire 50 statuine dei personaggi di smash, figurati oltre 700 pokémon) a me personalmente pokémon non è mai piaciuto più di tanto (è mio fratello quello fissato), ma ho voluto aprire questo argomento pokémon perchè è strano che nintendo non abbia detto completamente nulla e nessuno ne sta parlando

  4. Gran bell’articolo, anche se ancora devo capire dove cappero le prendi ste informazioni superultratopsecretchemancoIwatalesa.

    1. Parlo con persone, team di sviluppo, e a catena ottengo informazioni e contatti che utilizzo per parlare con altre persone, team di sviluppo, al fine di ottenere altre informazioni e contatti.

  5. Grande Giulio, i tuoi articoli sono quelli che aspetto sempre con più impazienza (senza nulla togliere agli altri, ovviamente).
    Per questo E3 una sola cosa è certa: l’anno scorso Nintendo ha fatto il botto, meravigliando tutti…quest’anno, se vuole ripetersi, deve tirare fuori almeno un paio di annunci in GRANDE stile!

    1. Potenzialmente possono farne, giusto stamattina ho parlato con un team sussidiario Nintendo e mi han confermato la loro presenza all’E3 con un titolo, quindi almeno un annuncio succoso te lo garantisco.

        1. Era Next Level Games con Metroid Prime Federation Force, avevo visto il logo e quindi pensavo fosse un Metroid classico. Confermando tralaltro quel che dicevo nell’articolo su Metroid.

  6. Sinceramente, spero davvero che i retro stiano lavorando ad una nuova IP perchè quel team merita di lavorare ad un progetto tutto suo e non solo a serie già create da altri IMHO :v

    1. non so fino a che punto essere così fiduciosi in Retro Studios… sì, hanno fatto due grandissimi DK (e lo dico da fan di Donkey Kong Country), ma il team che lavorò su Metroid è migrato quasi totalmente altrove (e hanno riciclato il vecchio lavoro fatto per Metroid con REcore per X1).
      Ergo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *