Segni di ripresa nel Q2 di Nintendo, anche grazie a Super Smash Bros. for 3DS

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Nintendo ha reso, come di consueto, disponibili i dati finanziari relativi al Q2 2014: va innanzitutto sottolineato che finalmente – è il caso di dirlo – troviamo diversi segnali positivi.

Nintendo ha generato un profitto – sebbene non enorme – grazie agli ottimi risultati di titoli come Super Smash Bros. for 3DS (che ha raggiunto quota 3.22 milioni) e Tomodachi Life (1.27 milioni).

Si comporta bene anche Wii U con 1.12 milioni di unità distribuite – meglio del Q1 – raggiungendo 7.29 milioni dal dicembre 2012, mentre 3DS supera i 45 milioni dal lancio, mostrando però ancora un calo deciso rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (1.27 milioni contro 2.49): vedremo come si comporterà il New Nintendo 3DS, che potrebbe far rifiatare la piattaforma.

nintendon-newnintendo3ds-bannerino

Fa piacere riscontrare la più bassa perdita operativa dal 2011 ad oggi, che passa da 9.4 milioni a soli 0.2.

Anche il netto aziendale sorride, con 24.2 milioni di yen e in generale, in questo Q2, Nintendo ha superato nettamente le previsioni degli analisti, arrivando quasi al 400% di quanto atteso.

Quello che ci aspetta sarà un Q3 davvero interessante, con Super Smash Bros. for Wii U, Pokémon ORAS e il New Nintendo 3DS che sono in un certo senso condannati a fare buoni numeri.

Potrebbero interessarti

No more posts to show