Pokémon: Junichi Masuda parla dei remake e del… reboot?

Junichi Masuda Direct

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Nel corso di una recente intervista a Gamespot, Junichi Masuda, co-fondatore insieme a Satoshi Tajiri del brand Pokémon e sviluppatore di Game Freak, ha avuto modo di esprimersi riguardo agli obiettivi della software house con i nuovi titoli in uscita e in riferimento alle lamentele dei fan riguardo al livello di difficoltà, decisamente calato con X & Y.

Secondo Masuda, parte del motivo per cui i nuovi capitoli sono diventati più semplici e immediati da giocare rispetto al passato, risiede nella necessità di confrontarsi con un mercato che offre prodotti diversi e tante alternative, come i giochi scaricabili gratuitamente per smartphone e tablet. Masuda sostiene infatti che per ottenere il feedback necessario allo sviluppo, non c’è cosa migliore dell’analizzare la società attuale e gli stili di vita dei videogiocatori.

“Sia le nuove generazioni di ragazzi che i veterani della serie, oggi giorno sono molto più occupati. Ci sono molte più distrazioni, molti più modi di spendere il proprio tempo libero rispetto al passato. Per esempio, ci sono tantissimi giochi gratis disponibili per i cellulari, ci si può divertire in molti modi e la ricerca della maggiore immediatezza è il motivo per cui abbiamo reso i giochi un pochino più facili. Quando ero giovane e qualcuno mi comprava un gioco, era l’unico che avevo e, possedendone uno alla volta, ero obbligato a giocarci. Non credo che per tanti giocatori oggi sia così”

L’intervista è poi proseguita parlando degli imminenti Pokémon Rubino Omega & Zaffiro Alpha, rispondendo anche al perché abbiano deciso di sviluppare i remake piuttosto che un capitolo Z:

Noi sviluppatori cerchiamo sempre di sorprendere i giocatori. Per esempio, se dopo Bianco & Nero fossimo usciti con Grigio, i fan se lo sarebbero aspettato. La stessa cosa con X & Y e fare uscire Z immediatamente dopo.
Riguardo ai nuovi capitoli, c’era molta richiesta da parte dei fan per i remake di Rubino e Zaffiro, per esempio sui social media.
Abbiamo avuto la sensazione che fosse il momento giusto per realizzarli e invece di realizzare un seguito diretto di X & Y, abbiamo deciso di proseguire per una nuova strada.”

masuda pokémon
Hoenn intensifies…

Infine, è stato chiesto a Masuda se Game Freak abbia mai considerato l’idea di un reboot dell’intera serie di Pokémon, cambiandone gli aspetti chiave e ridefinendola:

“Uno degli aspetti migliori della serie, è che nonostante la serie si sia evoluta e siano usciti tanti titoli, fan con vent’anni di differenza possono tranquillamente parlare di Pokémon.
Ci sono sempre state le palestre, i Superquattro e tantissimi pokémon hanno attraversato e sono catturabili in tutte le generazioni. Tante esperienze comuni ai giocatori e condivise, nonostante i vent’anni di differenza sono davvero un aspetto unico che caratterizza la serie Pokémon. Quindi, al momento, credo sia importante preservare gli elementi chiave della serie e vedere i nuovi Pokémon provenienti da X & Y amalgamarsi bene e venire apprezzati al pari delle precedenti generazioni, è davvero appagante. E, al momento, è su questi aspetti che vogliamo concentrarci.”

Ma, se dovessi lasciare Game Freak, non potrei fare previsioni per il futuro.” ha aggiunto.

Noi, dal canto nostro, ci auguriamo che non accada mai!

Potrebbero interessarti

No more posts to show