Nintendo alla ricerca di un Graphics Architect per la sua nuova console… Fusion?

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Nintendo è decisamente all’opera nei lavori per la sua prossima console (e non ci stiamo riferendo alla piattaforma QoL) che dovrebbe racchiudere nelle sue funzionalità il mondo casalingo e quello portatile, come da indiscrezioni.

Un’ulteriore conferma del corso d’opera della casa di Kyoto è il recente annuncio che la vede alla ricerca di un Graphics Architect che faccia da punto di riferimento  nella ricerca e sviluppo di una soluzione integrata (System on Chip o SoC), valutando i progressi e i cambiamenti del settore per introdurre le nuove tecnologie nei futuri hardware Nintendo.

In dettaglio deve:

  • Valutare l’offerta in campo GPU delle soluzioni integrate presenti sul mercato in base a performance, potenza e estensione dell’area del silicio.
  • Valutare le performance delle soluzioni integrate per API proprietare o standard.
  • Determinare carichi di lavoro e modelli di simulazione per le performance e il consumo delle GPU.
  • Seguire l’evoluzione delle architetture GPU nell’industria e ideare strategie per incorporarle nelle future piattaforme gaming di Nintendo.
  • Agire come punto di riferimento dell’architettura per i team di Nintendo a livello globale, sia per i programmi futuri che per quelli attualmente in corso d’opera.
  • Lavorare con fornitori di SoC esterni come punto focale di Nintendo per l’architettura GPU.
  • Essere pronto a lavorare attraverso architettura, design, convalida e bring up (introduzione di un sistema operativo esistente su una soluzione SoC) delle tappe nel design del SoC con team esterni e interni.

Inoltre è gradita da parti di Nintendo una figura che abbia alcuni anni di esperienza di lavoro su GPU in ruoli di responsabilità e, preferibilmente, esperienza in design SoC a basso consumo. Il tutto in prospettiva anche futura.

Tracciando questo identikit, è facile pensare che questa persona si occuperà di quella che tutti chiamiamo “Fusion“… aspettiamo quindi di capire se tutte le voci troveranno fondamento!

Potrebbero interessarti

No more posts to show