News

Un easter egg dedicato al mondo di Mario in Borderlands: the Presequel?

Game

È da poco uscito, per quasi tutte le piattaforme tranne il Wii U (ok, è il solito discorso, andiamo oltre), Borderlands: the Presequel, terzo capitolo della fortunata serie Gearbox. A quanto pare in questo breve lasso […]

È da poco uscito, per quasi tutte le piattaforme tranne il Wii U (ok, è il solito discorso, andiamo oltre), Borderlands: the Presequel, terzo capitolo della fortunata serie Gearbox. A quanto pare in questo breve lasso […]

Ottobre 17, 2014

È da poco uscito, per quasi tutte le piattaforme tranne il Wii U (ok, è il solito discorso, andiamo oltre), Borderlands: the Presequel, terzo capitolo della fortunata serie Gearbox.

A quanto pare in questo breve lasso di tempo sono già stati svelati diversi segreti, tra cui un easter egg che sembra essere legato a Mario e al suo mondo…

Voi che ne pensate? Trovate in galleria alcuni screens dell’area speciale, così da farvi un’idea migliore… ma, detto tra noi, i tubi viola non si possono vedere! °_°

8 thoughts on “Un easter egg dedicato al mondo di Mario in Borderlands: the Presequel?

  1. Per me possono anche andare a quel paese questi tributi, soprattutto se il gioco in questione non esce sulla console della software house di cui si fa riferimento nel gioco….

    1. Secondo me è uno di quei soliti casi in cui gli sviluppatori volevano sviluppare anche su Wii U ma il publisher non lo voleva pubblicare. Un po’ come è successo con Crysis 3 o Metal Gear Rising.

      1. Non credo, semplicemente Mario è “pop culture” e dunque sono numerosi i tributi in moltissimi giochi.
        Crysis 3 non è certo non stato sviluppato su console Nintendo per motivi di publisher, idem Metal Gear Rising 😛
        Le motivazioni risiedono semplicemente negli investimenti condivisi e concordati tra team di sviluppo e publisher che vedevano un porting su Wii improponibile nei costi e ricavi e uno su Wii U dal basso profilo vista la base installata della macchina, che aveva ben poche attrattive per tali progetti.

        1. Tempo fa uno sviluppatore di Cryteck disse che avevano sviluppato (e completato) Crysis 3 anche su Wii U, ma EA non l’ha voluto pubblicare per i problemi che aveva con Nintendo. Un discorso simile è stato Metal Gear Rising, che Platinum aveva iniziato a svilupparlo anche su Wii U ma Konami ha fermato i lavori perché non volevano lanciarlo su questa piattaforma. Non me li sto inventando, lo hanno detto loro dopo l’uscita dei suddetti titoli. Allora se vuoi un altro esempio……. Aliens Colonial Marines?

          1. Andiamo con ordine: Crysis 3 era in sviluppo, ma Crytek disse che la colpa era di EA che non supportava Wii U, e secondo te le dichiarazioni da PR per salvare la faccia non si fanno? 🙂
            Secondo te con un gioco in sviluppo ormai completato si rinuncia a cuor leggero? la realtà dei fatti è nel mezzo, ovvero che c’era l’intenzione di portarlo, si aveva cominciato a portarlo, ma non era di certo completato, considerato poi quanto Crytek abbia supportato Wii U, indipendentemente da EA, con altri titoli, direi che la decisione era quantomai condivisa.
            Per quanto riguarda MGR il discorso è ancore più ridicolo poiché il gioco non è MAI stato in sviluppo per Wii U e Platinum Games non ha MAI ricevuto l’ok per iniziare lo sviluppo e non ha MAI pensato autonomamente di svilupparlo.
            Per quanto infine concerne Aliens Colonial Marines sappiamo solo che era teoricamente in sviluppo, ma non si sono mai visti video né altro, solo conferme, e sapendo come vengono gestiti certi porting nell’industria videoludica perché ho una serie di contatti in aziende di produzione come anche Microsoft, so bene quanto si possa fare un annuncio senza avere nulla in mano.
            Di conseguenza sentirmi dire che sono in errore quando qualcuno crede alle “dichiarazioni da PR” di persone pagate per scaricare la colpa, creare hype, ispirare fiducia, permettimi quantomeno di sorridere di fronte all’ingenuità 🙂

          2. MMMM Ottimo ragionamento. OK grazie per la discussione, e io che avevo creduto a quelle parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *