NippOn Love

Youkai Watch: il fenomeno del 2014

Pubblicato il
07 Ottobre 2014

Sebbene il 2014 non sia ancora terminato possiamo già nominare senza alcun dubbio Youkai Watch come il fenomeno dell’anno in Giappone.
Una vera e propria mania è sfociata nel paese nipponico tanto da far diventare Jibanyan così popolare che ormai lo si ritrova ovunque, anche in posti che non centrano nulla con i videogiochi.
Ma a cosa è dovuta tutta la sua popolarità?
Perché i giapponesi sono letteralmente impazziti per questo prodotto targato Level-5 ?

Youkai Watch, le origini

Annunciato durante il Tokyo Games Show 2011, Youkai Watch debutta nel Luglio 2013. Il gioco arriva dopo il discreto successo di Fantasy Life (e successiva espansione), riportando un po’ di sorrisi in casa Level-5 che nel corso degli ultimi anni ha visto un notevole calo di vendite dei suoi IP più importanti, Layton ed Inazuma Eleven.

Il titolo ha molti punti in comune con Pokemon, specie a livello di gameplay: grazie all”orologio Youkai è possibile vedere i fantasmi che spesso causano problemi ai comuni mortali e compito del giocatore è affrontarli e sconfiggerli, ottenendo così una medaglia (particolare che riprenderemo più tardi) che in seguito potrà essere utilizzata per evocare il fantasma e farlo combattere. I fantasmi inoltre possono evolversi con l”aumentare del livello di esperienza o combinandoli con altri fantasmi.
Il successo è evidente, anche perché lo stesso termine Youkai indica particolari fantasmi propri della mitologia giapponese, quindi il gioco ha diversi punti di contatto con la cultura storica del paese.

I classici gadget (custodie, adesivi) che accompagnano l”uscita di un gioco importante

A fine anno il gioco supera la soglia delle 300,000 copie vendute; sembra un risultato più che buono, ma nessuno ancora sa che il ciclone sta per abbattersi sul Giappone.

Youkai Watch, il boom

Quello che differenzia un gioco di successo da un titolo che vende bene è la capacità, da parte dei produttori, di portare il brand dal semplice spazio videoludico ad altri campi.
Level-5 in questo ha una notevole esperienza.
Alla fine del 2013 mentre debutta il manga viene annunciato un gioco arcade basato su carte, genere molto popolare in Giappone; successivamente con l’arrivo del 2014 è la volta delle medaglie da collezionare e della messa in onda dell’anime, che segna una vera e propria svolta.

nintendon-youkai-watch-speciale08
Ecco la versione arcade di Youkai Watch. Inutile dire quanto sia popolare tra i bimbi giapponesi.

Unendo concetti molto popolari tra il giovane pubblico nipponico – pokemon, collezionismo, retaggio culturale – l’anime di Youkai Watch ottiene un successo enorme, che porta molto più pubblico a conoscenza del marchio.
In breve tempo le code per acquistare i nuovi set di medaglie non sorprendono più e, soprattutto, le vendite del gioco iniziano settimanalmente a macinare numeri su numeri, tanto che dopo 9 mesi, esattamente ad Aprile il gioco ritorna al primo posto delle classifiche di vendita.
Per capire l”eccezionalità della cosa basti pensare che l”ultima volta che si verificò questo evento fu 8 anni fa con la versione Famicom Mini di Super Mario Bros per Gameboy Advance.

Il gioco Level-5 diventa uno schiacciasassi, basti pensare che nel solo mese di Marzo vende quasi 200,000 copie quando ci erano voluti 6 mesi solo per venderne 300,000…

nintendon-youkai-watch-speciale10
Decine di giocattoli tutti dedicati a Youkai Watch

Youkai Watch, verso l’infinito ed oltre

Mentre ad Aprile Youkai Watch supera il milione di copie, l’attesa ormai è proiettata per Luglio, quando finalmente giungerà il sequel, in doppia versione (altra similitudine con Pokemon).

Naturalmente Youkai Watch 2 non delude le attese, il debutto con oltre 1,2 milioni di copie gli permette di superare il risultato del predecessore nel giro di una manciata di giorni.
Occorreranno ben 7 settimane prima di vedere il gioco Level-5 detronizzato dalle classifiche di vendita, specchio di un successo che ormai ha raggiunto ogni angolo del territorio giapponese.

Youkai Watch mania

Level-5 da quando è diventata produttrice dei suoi giochi è sempre stata in grado di creare dei buoni fenomeni di marketing, rendendo così i suoi titoli molto popolari.
Ovviamente con Youkai Watch non è stata da meno, anzi forse con questo titolo è stata raggiunta la perfezione, perché oramai più che una moda, personaggi come Keita – ma soprattutto Jibanyan – sono diventati delle icone popolari, alla stregua di Mario, Hello Kitty, Doraemon o Pikachu.

nintendon-youkai-watch-speciale03
Poteva mancare l”ufo catcher su Youkai Watch ?

Naturalmente al lancio dei titoli erano presenti i classici gadget che accompagnano ogni uscita di un titolo importante, come ad esempio adesivi da applicare sulla cover del 3DS o custodie per la console.
Con il passare del tempo e l”ingigantirsi del fenomeno Youkai Watch ecco arrivare giocattoli a tema e nel frattempo esplode la mania delle medaglie: non solo gli appassionati si mettono in coda di buon mattino per accaparrarsi i nuovi set il giorno dell”uscita, ma persino per eventi “esterni” come ad Agosto quando McDonald promuove un set di 6 medaglie con l’acquisto di un Happy Meal e il giorno iniziale della promozione le code davanti al celebre fastfood americano non si contano.

nintendon-youkai-watch-speciale07
L”Happy Meal di McDonald con le carte di YW. Il giorno dell”inizio della promozione ci furono code in numerosi locali

Ormai anche una semplice passeggiata in un supermercato ci mette di fronte al faccione di Jibanyan, dai fazzoletti di carta ai corn flakes passando per wurstel, bastoncini di granchio e porzioni di yakisoba precotte.
Una simile presenza su prodotti di largo consumo è ad appannaggio di pochi personaggi e se si restringe il cerchio al solo mondo dei videogiochi il paragone più naturale è quello con Pikachu.
Ma del resto un simile “bombardamento” pubblicitario non può che portare il brand Youkai Watch nell’immaginario collettivo, tanto che non ci si può nemmeno più stupire se per pubblicizzare un festival di fine estate a Nakano tra i disegni fatti da alcuni bambini delle scuole elementari, tra palloni da calcio e fuochi d’artificio, si vede il volto sorridente di Jibanyan.

nintendon-youkai-watch-speciale04
Un tenero Jibanyan disegnato da un bambino giapponese

Youkai Watch, quale futuro?

Il successo ha colto di sorpresa persino la stessa Level-5, che mai si sarebbe aspettata una cosa simile.
Già in passato la casa di Fukuoka aveva tirato fuori dal cilindro (di Layton?) un prodotto di successo come Inazuma, però il continuo rilascio di nuovi episodi prima su DS e successivamente su 3DS aveva portato i consumatori a stancarsi del prodotto nel lungo periodo.

E difatti l’annuncio di Youkai Watch 2 a soli 12 mesi di distanza dal predecessore – quando quest’ultimo stava ancora vendendo discretamente – aveva lasciato stupiti non pochi.
Ma il successo è stato strepitoso e anzi il fenomeno si è ingigantito, grazie alla capacità di Level 5 di abbracciare più campi e non limitarsi come in passato alla sola combinazione gioco manga anime.
Youkai Watch tra la versione arcade e le medaglie genera un fatturato incredibile e se Level 5 riuscirà a non esagerare, ovvero evitare di assuefare il pubblico, può davvero ritrovarsi tra le mani quello che potrebbe essere definito il Pokemon del prossimo decennio.
E del resto basta una semplice passeggiata per Tokyo per iniziare a pensarlo…