E3 2014: ecco le previsioni dello staff di NintendOn!

Condividi l'articolo

Ci siamo, ci siamo!
Il momento che ogni gamer aspetta con impazienza è arrivato, da oggi ci immergeremo in tutte gli eventi dell’E3 2014, grazie alla nostra diretta streaming nella chat della Taverna Nintendara, il posto migliore per far esplodere l’hype…  a meno che non siate di Roma e Milano, perché domani, durante la trasmissione del Digital Event Nintendo, NintendOn.it terrà due eventi live aperti al pubblico.

Nel frattempo dunque ci ritroviamo a immaginare cosa ci verrà mostrato, ipotizzando e prevedendo, unendo sentimento e razionalità.

Alcuni membri della redazione hanno voluto esprimere speranze, dubbi e provare a fare qualche previsione su cosa ci offrirà Nintendo

Buona lettura!

nintendon-e3-pred

Giulio “Skullkid” Vitali

Ogni E3 per ogni nintendaro è sempre un momento di grande riscoperta della passione per Nintendo, non è importante cosa verrà mostrato, solo a posteriori importa. Personalmente credo che questo E3 convincerà chi avrà voglia di farlo e avrà la forza di giustificare alcune scelte di Nintendo al fine di reinvestire in progetti e giochi. Credo che verranno mostrati alcuni progetti nei cassetti di Nintendo, mentre molti altri sperimentalismi e brand di nicchia continueranno ad essere in fase di prototipi, poiché Wii U non gode di ottima salute. Vedremo Zelda, vedremo su cosa è a lavoro Miyamoto, spero finalmente di vedere su cosa è a lavoro Retro Studios oltre all’aiuto tecnico e al team di Miyamoto, perché si meritano il loro spazio dopo aver fatto tanta gavetta: sono pronti e anche la loro IP lo è, speriamo che Wii U non ne infuenzi la presentazione. Poi ovvio, se dovessi scegliere una BOOMZALDROPPENTON vorrei tanto l’acquisizione di SEGA così che l’offerta first party possa ampliarsi a dismisura complice gli investimenti di Nintendo, ma realisticamente credo fermamente nell’arrivo del reboot di Starfox.

Sarebbe davvero una bomba!
Sarebbe davvero una bomba!

Alessandro “Blackprince80” Concina

Fare le previsioni dell’E3 è un po’ come quando si aprono i regali di Natale: si spera di ricevere quello che tanto si desidera, a volte si resta sorpresi, altre volte delusi. Spero finalmente, dopo i due ultimi E3 deludenti, che Nintendo sappia stupire ed entusiasmare di nuovo: le portate sul menù sono succulente, ma mi aspetto anche qualche piatto a sorpresa. 
Mi aspetto ci siano approfondimenti e date di uscita per Bayonetta, X, Hyrule Warriors e Super Smash Wii U; credo verranno riproposti Megami Tensei vs Fire Emblem e Yoshi Yarn; voglio un bel teaser trailer per Zelda e spero in un paio di nuove collaborazioni con terze parti. Parecchi giochi per 3DS.
Non penso verrà mostrato alcun hardware nuovo (lascio una piccola percentuale di possibilità per un eventuale restyling del 3DS) o la piattaforma QOL (se ne riparla più avanti).
Dal lato software penso sia troppo presto anche per il nuovo progetto dei Retro… le IMMANI fatiche di Tropical Freeze sono troppo recenti.
Vorrei che venissero svelati un nuovo Advance Wars e un nuovo Professor Layton per 3DS, così come la nuova IP di Miyamoto.
Ma la vera BOMBA sarebbe avere Eternal Darkness 2 o un RPG Pokémon per Wii U (BILIV!).

Cosa troverà questa bionda dietro l'angolo? Forse proprio Eternal Darkness 2?
Cosa troverà questa bionda dietro l’angolo? Forse proprio Eternal Darkness 2?

Diego “Elflum” Inserauto

Penso non sia un mistero che cosa dovrebbe presentare Nintendo all’E3: un valido motivo per far ponderare l’acquisto di Wii U a chi ancora non lo possiede. Terze parti, secon e fisrt, quel che volete: camionate di giochi. Difficile dire cosa possa convincere davvero gli indecisi, sarebbe facile rispondere calcio, rubamacchine e donnine facili. Nintendo è (quasi) sempre stata l’artista a cui piace dettare le regole piuttosto che piegarsi al fan service, quindi la proposta, probabilmente, verterà un’altra volta sulla qualità, magari un calo di prezzo della console, il nuovo Zelda e questa volta chi vuole capire capisca, male che vada noi nintendari avremo di che giocare. Quello che non penso assolutamente verrà mostrato è un nuovo hardware inteso come nuova console o nuovo restyling. Il 3ds non dà segni di cedimento, e ce ne sono già tre versioni sul mercato di cui una molto economica. Mentre storicamente Nintendo non si è mai data alle “versioni slim, noi risparmiamo, a noi conviene, agli utenti meno” come ha fatto la concorrenza, se escludiamo patetici tentativi di fine del ciclo vitale di una console per avere un po’ di ossigeno prima del lancio del nuovo hardware. Sono convinto (o sarebbe una bella idea) che la bomba di quest’anno sarà un servizio simil-psnplus, con giochi a noleggio mensili da eshop e soprattutto da virtual console, titoli di partenza ideali sarebbero NES Remix ed Earthbound. Questo aprirebbe la strada a chi non ha mai giocato certi brand o chi non conosce personaggi storici Nintendo e non ha intenzione di comprare Smash Bros. Quello che idealmente vorrei io è il ritorno di una Nintendo sperimentale come quella dei primi mesi di vita del Nintendo DS, quella Nintendo che ci ha dato perle come Yoshi Touch & Go, Polarium, Kirby Power Paintbrush, Daigasso Band Brothers!, Brain Training, Osu! Tatakae! Ouendan!
Inoltre mi aspetto una collection formata da Giftpia e Captain Rainbow, localizzati in italiano e introdotti da una lettera di scuse del presidentone dalla chioma fluente. Eravamo pronti allora, Mr. Iwata, lo siamo ancora!

Vane speranze da appassionato o... prima o poi lo vedremo?
Vane speranze da appassionato o… prima o poi lo vedremo?

Yuri “Yuri-san” Dallo

Oggi siamo abituati ad avere aggiornamenti costanti sui videogiochi, ma fino a qualche anno fa, quando ancora non c’era internet, attendevo con trepidazione l’uscita della mia rivista videoludica preferita per scoprire le ultime novità. L’E3 era uno degli eventi dell’anno. Con gli amici ci chiedevamo cosa sarebbe saltato fuori e il mese successivo correvamo in edicola per scoprire cosa era stato mostrato e quali novità ci attendevano. Oggi possiamo seguire in diretta l’evento, ma questo non ne pregiudica l’attesa e nonostante gli anni passino, siamo sempre a chiederci cosa verrà mostrato, sperando di non restare delusi.
Tuttavia Nintendo in questi ultimi anni ci ripropone sempre la solita minestra con l’aggiunta di un nuovo ingrediente alla fine per non lasciare l’amaro in bocca. Ecco perché credo che vedremo per buona parte della conferenza nuovi video di giochi già noti come Smash Bros., Bayonetta 2, Hyrule Warriors, X e Yoshi Yarn per Wii U e Ace Attorney e il remake dei due Pokémon per 3DS.
Se il successo del 3DS non ci porterà a vedere grandi novità per questo console, visto anche il recente annuncio del remake dei due Pokémon (ma potrebbe essere in cantiere il remake di Majora’s Mask), Nintendo è conscia del fallimentare andamento del Wii U. Per questo motivo dovrebbe focalizzare l’intero digital event sulla console casalinga e mostrare nuovi titoli per aumentare l’hype e al tempo stesso conquistare le masse. E’ molto probabile quindi che vengano mostrati il nuovo capitolo di Zelda, un nuovo titolo sportivo di Mario (tipo tennis o calcio) e chissà, magari, sorprenderà gli spettatori con un spettacolare Mario Galaxy. Ma il titolo che farà parlare di sè sarà un nuovo Wii U Sports grazie al quale Nintendo spera di portare gli utenti Wii verso la nuova console, studiando delle meccaniche che sfruttino a dovere il Gamepad oltre ai WiiMote.
Personalmente spero in un atteso ritorno di Fox McCloud in un gioco che ricalchi lo splendido episodio a 64 bit e che sfrutti in maniera intelligente il GamePad. Tuttavia credo sarà assai improbabile che vedremo uno Star Fox, un Metroid o un F-zero dato che sono titoli attesi, ma che sicuramente non risolleverebbero le vendite di Wii U in questo momento. Si è vociferato tanto anche di un nuovo hardware, che credo sarà improbabile dato che il 3DS ha già avuto un restyling e gli è stato affiancato il 2DS. Un nuovo Wii U invece non avrebbe molto senso, così come una console totalmente nuova. Speriamo comunque che questa volta Nintendo riesca a sorprenderci e farci sognare come solo lei riesce a fare.

Sono tantissimi quelli disposti a fronteggiare nuovamente questo sguardo!
Sono tantissimi quelli disposti a fronteggiare nuovamente questo sguardo!

Potrebbero interessarti