Lunedì Gnocche #6 – Giorgia Cosplay

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Dopo un lungo periodo di assenza, ritorna in grande spolvero il “Lunedì Gnocche™“, l’appuntamento tutto al femminile (naturalmente nel senso che le ragazze saranno il piatto principale del giorno.) che ci terrà informati sulle cosplayer più belle e nerd che si possano trovare nei meravigliosi meandri di Internet!

Lunedì-gnocche-giorgia-cosplay

“Italians do it better.”

Sì, ok, ma cosa? I cosplay?
Ma non scherziamo, sappiamo tutti che, per quanto possano esser bravi i cosplayer nostrani, i cosplay sono una specialità tutta nipponica, non diciamo cav… eh? Cosa? Ha vinto il Cosplay World Summit?
A NAGOYA?! (ndr. ridente città della regione di Chubu nell’isola di Honshu in Giappone, e quarta maggiore città delle terre del Sol Levante.)

Giorgia-Cosplay-NintendOn-19
Fino a pochi minuti fa quei blocchi erano a posto.

….. vabbé, ha talento, nulla da dire.
Ed è a lei infatti, Giorgia Vecchini – in arte Giorgia Cosplay” – che dedichiamo questa speciale puntata: dopo una lunga pausa, la rubrica che allevia la sofferenza dei vostri lunedì mattina torna ufficialmente, in tutto il suo splendore, con tante nuove novità!

Prima tra tutte: le “Gnocchinterviste”.
Ad ogni appuntamento classico della rubrica, seguirà infatti un’intervista esclusiva alla cosplayer di turno che, attraverso l’indirizzo email gnocchinterviste@nintendon.it, potrete suggerirci in prima persona.

Prese le richieste in carico, verrà annunciata di volta in volta la cosplayer protagonista della rubrica a cui potrete VOI STESSI inviare le domande che desiderereste farle, cosicché potremo prontamente rigirargliele in sede di intervista.

Ma torniamo a noi!

Tipica torre del luogo da cui è possibile spesso scorgere Ezio Auditore intento a mappare il territorio.
Tipica torre del luogo da cui è possibile spesso scorgere Ezio Auditore intento a mappare il territorio.

Di professione “Gnocca™” (oltre che modella, attrice teatrale, cantante, cosplayer, performer, presentatrice e addirittura doppiatrice, ma, vabbé, “roba secondaria” direte) nasce in quel dell’Isola della Scala, piccolo comune dell’entroterra in provincia di Verona.

Cosplayer un po’ per caso, nasce inizialmente come attrice di teatro, una dote che la contraddistingue ancora oggi e che, sapientemente sfruttata ed affinata nel corso degli anni, riesce a impreziosire la caratterizzazione dei personaggi che interpreta.
È in tempi non sospetti infatti, quando il termine cosplay non era neanche utilizzato e la diffusione di internet non era ancora così vasta, che Giorgia decide di travestirsi.
E per esser precisi: non era neanche Carnevale.

Insomma, sì, erano gli anni in cui Jovanotti pubblicizzava il NES in tv, parlando di “Mario Brof. e della principeffa da falvare” che… eh? Cosa? Erano gli anni ’80 quelli? Ok, ricomincio.

Giorgia-Cosplay-NintendOn-27
Giorgia che si immedesima nel personaggio provando un saluto giapponese.
IWATA, ASSUMILA PER I DIRECT!

Insomma, sì, erano gli anni in cui Mario segnava la storia dei platform passando alla terza dimensione, di Link che cavalcava per lande (per i tempi) sconfinate sul suo fido cavallo, delle prime pazze corse su circuiti in 3D con Mario Kart, insomma… il 1997.

Ed era anche l’anno in cui Giorgia, unendo la sua passione per l’animazione giapponese all’arte della performance che praticava con il teatro, decide di indossare i costumi dell’icona che a quei tempi tutti i maschietti e le femminucce sognavano, che adulti e bambini adoravano e che i nonni guardavano con affetto ricordando i tempi d’oro di quando anche loro avevano un livello accettabile di virilità: Zorro.

….eh? Cosa? Ho sbagliato di nuovo? Dannazione, ricominciamo.
Dai, su, l’avrete capito già, no?! Stiamo parlando di Lei, della paladina della giustizia, la combattente che veste alla marinara, sì insomma: Sailor Mars! (non Moon, MARS, come le cioccolate!)

Primo tentativo di cosplay di Sailor Moon a cui Giorgia si è ispirata aggiungendogli quel... piccolo "tocco" di femminilità che occorreva.
Primo tentativo di cosplay di Sailor Moon a cui Giorgia si è ispirata aggiungendogli quel… piccolo “tocco” di femminilità che occorreva.

Era quindi il 1997 l’anno in cui Giorgia iniziò la sua carriera da cosplayer interpretando una bellissima Sailor Mars nella fiera tutt’oggi più famosa ed importante d’Italia dedicata al mondo del fumetto e dell’animazione: il Lucca Comics.
Da lì poi la storia è lunga e piena di successi: copertina per Vogue nelle vesti di Wonder Woman, raggiunge la consacrazione vincendo il World Cosplay Summit a Nagoya, si unisce alla cover band Le Canne di Sampei, gruppo amatoriale specializzato nel cantare cover di sigle di cartoni animati, partecipa a numerose e famose trasmissioni televisive e radiofoniche, oltre che a condurre una rubrica speciale in un programma di videogiochi per una nota catena commerciale dal titolo Game Club.

Ma i segreti del suo successo?
Un talento poliedrico, occhi da gatta ed un fisico statuario che  scompiglierebbe anche il capello più composto di Iwata.

“Oltre le gambe c’è di più”

Ma non è solo bella e talentuosa, è anche molto più semplice di quanto appaia all’esterno: simpaticissima e solare, condivide passioni nintendare… insospettabili.

Curiosi di scoprirle?

Appuntamento allora a lunedì prossimo con la prima di una lunga serie di Gnocchinterviste che vedrà rispondere la nostra Giorgia a tantissime domande sui suoi hobby, il suo rapporto con il gaming e… sì, perché no, il suo uomo ideale.

Per gli aspiranti mariti di Giorgia l’appuntamento è quindi a lunedì prossimo, nel frattempo gustiamoci tutta la galleria immagini in calce  all’articolo che ritrae i cosplay più belli e sexy interpretati negli ultimi anni dalla formosa e premiata cosplayer nostrana.
Buona visione!

Potrebbero interessarti

No more posts to show