L’Angolo del Nintendaro Imbruttito

L’Angolo del Nintendaro Imbruttito #1 – Knack vende più di Mario 3d World

Scritto da

Pubblicato il
03 Febbraio 2014

La frase del titolo riassume tristemente la situazione attuale di Nintendo e del gaming in generale. 
È colpa di Nintendo se produce giochi della Madonna ma poi la gente gli preferisce giochi del [biiiip]?
Perchè Knack é un gioco del [biiiip], e senza questa premessa è inutile andare avanti.

Ma andiamo con ordine, perché ci vuole ordine in un mondo di lamer boxari.
Partiamo dalla console più chiacchierata del momento, come mai ogni gamer che si rispetti del pianeta terra non ha ancora in casa un Wii U? Eppure costa meno rispetto alle altre console nuove, ha avuto titoli di lancio più interessanti o addirittura inspiegabilmente martoriati dalla critica (ZombiU cribbio, ZombiU) e ad oggi ha la migliore lineup di titoli esclusivi. Nessuno lo sa, e nessuno lo può spiegare.
 Nel mondo moderno si cede facilmente a frivolezze o ci si lascia intortare dalle mode peggio che in qualunque altra epoca. Inutile cercare di spiegare l’isteria collettiva favorevole o sfavorevole che sia.

Eppure su internet spopolano i “monday morning quaterback”, ovvero sia gente che non ha un [biiiip] da fare e siccome ha visto un film con Charton Heston allora si sentono laureati in teologia.
 E rompono il [biiiip].
 In Italia poi, noto paese di improvvisati e commissari tecnici, non ci facciamo mancare nulla.
È facile dunque cedere alla diabolica follia del lameraggio gratuito. Per sfuggirne bisogna muoversi con scaltrezza e determinazione, avere l’intuito e la risposta adeguata alla situazione. Alcuni esempi da manuale:

Criticone Sfavorevole: “Nintendo doveva fare una console potente come le altre e se la sarebbe giocata alla pari.

Risposta del Saggio: “Nintendo ci ha già provato nel 2001 col Cubo, anzi era nettamente più potente di PS2, ma ps2 aveva una killer application al lancio più potente di tutti: il dvd di Matrix.”

Criticone Sfavorevole: “Nintendo dovrebbe fare i giochi sui cellulari.”
Risposta del Saggio: “Si, voglio vederti a giocare a mario con il capacitivo.”

Criticone Sfavorevole: “Iwata dovrebbe dimettersi.”
Risposta del Saggio: “Manda il CV che sicuramente a te ti prendono.”

Criticone Sfavorevole: “Basta Mario, Basta Zelda, sempre la stessa solfa.”
Risposta del Saggio: “Come va con Forza 5?”

Criticone Sfavorevole: “Wii U dovrebbe cambiare nome.”
Risposta del Saggio: “Fallo anche tu, chiamati Gaetano.”

E via dicendo.
In generale penso che Nintendo abbia fatto una console per gamer seri. Forse troppo.
Questo è palese non tanto per le qualità intrinseche della macchina ma piuttosto per la mancanza cronica di un gioco che faccia appeal ai casual gamer dell’epoca Wii (emigrati con pochi sforzi su iPad). 
No, perchè nessuno si ricorda che nel 2006, quando uscì il primo Wii, il mondo era assai diverso: i televisori erano ancora a tubo catodico, niente iphone (c’erano orrendi “computer palmari”) e al posto dei “compro oro” c’erano negozi di videogiochi. Viene da sé che se volevi avere un approccio light al gaming (quelli che molti etichettano erroneamente  come roba da casual gamer) ti prendevi il Nintendo DS o il Nintendo Wii.
 Il prodotto che doveva acchiappare le masse, il Wii Sports nextgen, nella testa di N era Nintendoland. Ora ditemi voi come un gioco dalle regole sconosciute poteva interessare i 100 milioni di utenti Wii… quando manco un nintendaro sapeva come giocarci di primo acchito.

È questo il punto, è la strategia software di Iwata e compagnia ad aver fallito, l’errore madornale di credere che un gioco di nicchia come Pikmin 3 (franchise ripescato dopo anni e anni di silenzio, IP che ha venduto toh… 2 milioni di pezzi) potesse risollevare la situazione assieme al remake di uno degli Zelda più bistrattati di sempre. 
Nintendoland resta in ogni caso uno dei software più freschi e divertenti che si possano trovare in giro oggi.
Fallito dal pdv commerciale si intende, perché per chi se ne intende i giochi ci sono.

Quindi perchè Knack vende più di Mario 3D World?
Perchè al supermercato vendono i tovaglioli di Angry Birds? Perchè laggente si ostina a dare colpe a Nintendo? Semplice, perché sempre meno persone hanno buon gusto per i videogiochi.
Alta cosa che si sente dire in giro dal solito lamer boxaro: “È colpa di Nintendo se i giochi oggi fanno pettare”. 
Nintendo fa giochi buoni-ottimi o addirittura stellari per la propria console, ha la console home nextgen con i migliori titoli in esclusiva. È colpa dell’astemio se l’ubriaco si droga? Direi di no. Knack è un gioco per casual gamer, perché non c’è migliore definizione di casual gamer: “vedo un gioco sugli scaffali che ho visto in TV, non leggo recensioni e me lo compro tanto poi lo rivendo”.

Se siete gamer seri oppure frivoli (non casual, frivoli), smettete di fare i criticoni, è bizzarro ma a molti dire: “Wii U non vende allora io non lo compro” basta per credersi un intellettuale cazzuto. Non fai un acquisto intelligente se compri quello che tutti comprano o se compri la console che vincerà la console war, fai un acquisto corretto se compri quello che serve a te. 
In tempi di crisi, tutti si improvvisano fotografo, modella o dee-jay… oppure rompi[biiiip] non stipendiato.
Datemi retta, prendetevi Wii U e giocatevi a Mario 3d World sotto le coperte mentre la vostra morosa si guarda Grey’s Anatomy. È questa la vera vittoria.

831 PHP files were required to generate this page.