News

Un giorno di ordinaria nintendosità: Streetpass Meeting del 15/09/2013 a Palermo

Scritto da

Pubblicato il
16 Settembre 2013

I Raduni Streetpass rappresentano l’eco della socialità di cui Nintendo ha posto le basi con il Nintendo64: allora era radunare amici, mettere loro in mano il pad tricornuto e sfidarsi a Mario Kart 64 o GoldenEye. Oggi, nonostante esista l’online e la lista amici in  ogni console, il feedback più vicino a quella forma di aggregazione è lo streetpass del 3DS.
E il salotto di casa è proprio il Raduno Streetpass: pieno di gente munita di 3ds pronta a sfidarsi in tornei organizzati da gente competente, scambiarsi oggetti in Animal Crossing, raccattare nuovi pezzi di puzzle (che porto SEMPRE con me il 3DS in standby e incontrassi mai qualcuno), il tutto con lo stesso mood che è facile riscontrare nel Miiverse. Dal vivo, però.

raduno streetpass palermo
Da sinistra: Mauro Spanò (Staff), Edoardo Mistretta (Staff), Diego Inserauto (NintendOn)

Siamo andati al raduno Streetpass avvenuto il 15 Settembre al Giardino Inglese di Palermo e abbiamo scambiato quattro chiacchere con Edoardo Mistretta, promotore e organizzatore dell’evento.

D: Ciao Edoardo, la prima domanda è a bruciapelo: un raduno streetpass a Palermo, perché?
R: Perché Palermo è come la scioglievolezza del cioccolato: l’esterno solido della pralina nasconde un calore di caramello che ti avvolge. E il successo dell’evento ci ha dato ragione: i palermitani non campano solo di pasticceria, hanno anche voglia di giocare, conoscersi, crescere.

D: Andiamo nel dettaglio. È facile organizzare un raduno Streetpass? Che tipo di supporto avete avuto da Nintendo Italia?
R: Nintendo Italia, tramite Pro Gaming, ci ha fornito tutto il materiale che serve a premiare, non solo chi vince nei tornei o nei quiz, ma anche chi semplicemente ha voluto partecipare al raduno. Certo, si tratta di pensierini simpatici più che di oggetti imprescindibili per un appassionato di videogiochi. Quindi gashapon, blocknotes, auricolari, calamite, oggetti per il mare per fare degli esempi. Il gadget più riuscito a mio parere è un attestato di partecipazione in cartoncino metallizzato, è qualcosa che si può effettivamente ricevere solo prendendo parte ai raduni, non è possibile trovarlo nei GameStop o in altre attività commerciali per così dire.
Rispondo alla prima domanda invece con un: Nì. Di per sé l’iter da segure affinché si tratti di un raduno ufficialmente riconosciuto non è complicato ma l’organizzazione dell’evento richiede una dedizione particolare. Bisogna mettere su un team informato sui giochi, capace di relazionarsi con la gente che partecipa e di moderare nei tornei. E ancora più impegno ci vuole a preparare tutto e calcolare eventuali imprevisti.

D: Imprevisti?
R: Il meteo minacciava pioggia, per un evento all’aperto sarebbe stato un problema. Ci siamo organizzati per un eventuale ripiego in una struttura chiusa di cui alla fine non c’è stato bisogno. Per fortuna è andato tutto veramente bene, sia con il meteo che con lo svolgimento dell’ evento, hanno partecipato tante persone e di tutte le età: dal bambino fan di Mario e Pokémon accompagnato dai genitori a gente più adulta con la speranza di scambiare gemme d’armi in Kid Icarus o di sfidarsi a Fire Emblem.

 

D: Sono stati questi i giochi più richiesti?
R: A dire il vero i giochi che sono andati per la maggiore sono stati Pokémon e Animal Crossing. Benissimo anche il torneo di Mario Kart 7. Avevamo preso in considerazione anche Dead or Alive o Street Fighter ma… Non ce li hanno chiesti!

D: Parlaci della scelta della location.
R: Essendo Animal Crossing New Leaf il gioco che attualmente entusiasma gli animi di chi possiede il 3DS abbiamo pensato a un’ambiente bucolico. Il Giardino Inglese è una delle poche oasi verdi della città, è una zona traquilla dove adulti e bambini trascorrono il tempo a contatto con la natura e che ha addirittura un grande Ficus Benjamin al centro della piazza: proprio come nel villaggio di Animal Crossing!

 

D: Questo è il secondo Raduno Streetpass a Palermo, per aggiungere un po’ di piccantezza a questa intervista, possiamo affermare che Nintendo sia un po’ negligente verso la Sicilia?
R: Uno dei miei obiettivi è stato infatti coinvolgere gli amici della Lega Pokémon Palermo. Difficilmente Nintendo prende in considerazione il Sud Italia, figurati la Sicilia. Non parlo solo del Pokémon Day, che è un evento specifico, ma anche di appuntamenti più generali come il Nintendo Tour estivo. Allora se qualcosa deve cambiare iniziamo noi a fare il primo passo: organizziamo Raduni Streetpass, facciamoci sentire!
L’obiettivo è di far sentire Nintendo in dovere di organizzare gli stessi eventi europei in Italia, tutta Italia, sud incluso.
Per questo il Raduno Streetpass di oggi non sarà un evento isolato e invito tutti gli appassionati a seguire la pagina facebook per tutti i prossimi appuntamenti.

D: Grazie delle chiacchere e sappi che io e Marimouse ci siamo degnamente classificati nei tornei di Mario Kart e Animal Crossing.
R: Grazie a voi di Nintendon e sappi che siete stati fortunati perché non ho partecipato ai tornei!