News

Aonuma: l’HD, i remake, la virtual console, il futuro di Zelda

Scritto da

Pubblicato il
14 Giugno 2013

Engadget ha pubblicato un’intervista a Eiji Aonuma, il portale ha posto molte domande al producer di Zelda, sul cambiamento, sui remake, sull’HD, sui procesi di sviluppo e sulla creazione di “Dream Team” come Nintendo fece su Nintendo 64.

Sul cambiamento Aonuma risponde: “Se continuassimo a fare remake, io credo non cresceremmo .Wind Waker HD aiuta i nostri sviluppatori a capire cos’è Wii U e cosa è capace di fare”.

Sulla domanda relativa alle meccaniche ben collaudate dei giochi, risponde:

“Riguardo di ciò…uscire dal seminato o cambiare la formula, ho sentito il parere dei fan. I fan sono convinteche forse le meccaniche stiano diventando stantie…se cambiamo troppo, sono convinto che le persone direbbero”Ok, ma non è che non è più Zelda se cambiano questa meccanica?”

Sui giochi in HD Aonuma dice:

“L’alta definizione ha bisogno di risorse, risorse in termini monetari, e risorse in termini umanitari…risorse in termini di tempistiche.”

Il director si è anche espresso sul ritorno della strategia dei “Dream Team” utilizzata ai tempi del Nintendo 64:

“Io non credo che succederà qualcosa di simile ancora una volta. Perchè francamente…noi non sapevamo che diavolo stavamo tentando di fare. E prendemmo anche persone all’infuori di Nintendo per aiutarci a creare ciò che noi non eravamo in grado di fare”.

Alla domanda relativa allo sviluppo dei videogiochi risponde:

“… il modo in cui noi facciamo videogiochi è molto prudente. Noi andiamo nel profondo. Siamo molto puntigliosi. Ci mettiamo un sacco di tempo ad analizzare le differenti componenti di un gioco…quasi a nostro discapito. Forse troppo prudenti. Io penso che abbiamo bisogno di fare decisioni più velocemente, rischiare e vedere qual’è il risultato”.

Engadget ha posto anche una domanda relativa alla Virtual Console:

“Per le persone che hanno già giocato i giochi originali, noi non possiamo semplicemente offrire qualcosa che hanno già sperimentato. Noi dobbiamo fare qualcosa di speciale, qualcosa di diverso. Ciò è quelloche ho sempre ben in mente”.

E infine, la domanda cruciale è relativa alla possibilità di cambiare il concept dietro a The Legend Of Zelda.

“Noi stiamo cercando di trovare nuovi modi di giocare. Non soltanto il tipo di strumenti che si trovano, ma anche il modo in cui si usano. Io vorrei dare ai giocatori più libertà. Io vorrei che posano esplorare di più. Il concetto di “oggetto” sarà completamente differente da quello che abbiamo inteso fino ad oggi”.

Engadget riporta inoltre che , Aonuma, è aperto ad un eventuale utilizzo attivo nel gioco di Zelda o Sheik.

Parole a mio parere sagge, e incoraggianti per il futuro di Nintendo e di Zelda.

 

831 PHP files were required to generate this page.